Bonus pagamenti elettronici: a chi spetta e come ottenerlo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pagamenti elettronici, ormai manca poco. Arriva un nuovo tassello per il nuovo sistema che rimborsa in parte gli aqcuisti effettuati con carta o bancomat, inserito all’intero del cosiddetto Decreto Agosto: il Senato potrebbe votare la fiducia il 5 ottobre prossimo.

Tale provvedimento del Governo punta a incentivare l’utilizzo dei pagamenti con bancomat e carte a dispetto del contante e combattere l’evasione fiscale. Si potrà ottenere un rimborso pari al 10% di quanto speso fino a un massimo di 3mila euro all’anno, quindi 300€. Non valgono però gli acquisti effettuati online ma solo quelli nei negozi fisici.

Inserita all’interno del decreto agosto, la nuova misura varata poco più di un mese fa, potrebbe ottenere il via libera definitivo dal Senato il 5 ottobre prossimo, come annunciato oggi. Si tratta di una vera e propria soluzione anti-contante per la quale sono stati predisposti 1,75 milioni di euro per il 2021, fondi che serviranno a rimborsare una parte degli acquisti effettuati tramite carte e bancomat.

In altre parole, ogni volta che facciamo un acquisto, se paghiamo con moneta elettronica possiamo ottenere un rimborso complessivo fino a 300 euro.

A chi spetta

Non ci sono limiti. Il bonus bancomat spetta a tutti i consumatori che utilizzano tali forme di pagamenti, in alternativa al contante e che dal 1° dicembre spenderanno fino a 3000 euro ma solo a fronte di un determinato numero di transazioni.

Come ottenere il bonus

Come anticipato, si parte dal 1° dicembre prossimo. Da allora, tutti gli acquisti effettuati con le carte saranno sommati e successivamente rimborsati. Al lavoro anche il Ministero dell’economia che starebbe cercando di far uniformare i principali operatori di pagamenti digitali. Se le attuali informazioni verranno confermate, i rimborsi dovrebbero avvenire ogni sei mesi direttamente sul conto corrente di chi ha effettuato l’acquisto nei negozi fisici usando le carte. Quindi si potranno ottenere fino a 150 euro a semestre, per un totale di 300 euro annui.

E’ probabile che per ottenere il bonus l’utente debba anche registrarsi sull’app IO della Pubblica Amministrazione, in cui si dovrà indicare oltre al proprio codice fiscale anche la carte che si intende usare per i pagamenti e l’IBAN su cui ricevere il rimborso. Al momento dell’acquisto, si dovrà mostrare al negoziante un QRcode generato in fase di registrazione e utilizzare la carta o il bancomat con cui ci si è registrati sull’app.

Una soluzione che si sposa anche con la lotteria degli scontrini, un’altra soluzione pensata per contrastare l’evasione fiscale. Si tratta dell’estrazione di una serie di premi legati al pagamento con mezzi tracciati. Un meccanismo potrebbe incentivare gli acquisti con la carta.

LEGGI anche:

Coronavirus, ‘Oms consiglia di limitare le banconote: “Meno contanti, usate carte, bancomat e moneta elettronica

Lotteria degli scontrini al via dal 1° luglio, premi fino a 1 milione di euro. Come partecipare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook