Anche la banca vuole (fare) la sua parte: il complesso ecosostenibile di Sella

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’edificio in cui tutti gli ecologisti vorrebbero lavorare l’ha costruito una banca. E da settembre scorso ne ha fatto la sua sede. Ha impianti fotovoltaici, usa l’acqua di falda e quella piovana per i servizi igienici e ricorre a moderni sistemi di isolamento, inerzia termica e adeguamento automatico dell’illuminazione. Tutto per garantire la qualità della vita lavorativa riducendo lo spreco energetico.

Ci sono voluti sette anni per realizzarlo, tre per il progetto e quattro per la costruzione, ma ora è il fiore all’occhiello di Banca Sella. Oltre ad avere un basso impatto ambientale, si propone di ridurre le distanze tra dipendenti e vertice: la direzione del gruppo è infatti collocata al terzo piano del palazzo (che ne ha sette in tutto), a stretto contatto con gli uffici e con le strutture che hanno rapporti diretti con i clienti, come il call center ubicato al quarto piano. Presto l’edificio sarà dotato di una mensa e di un asilo nido

La nuova costruzione si trova a Biella, in piazza Gaudenzio Sella, nell’area del centro direzionale amministrativo. Si presenta come un complesso dalle grandi vetrate esterne e ampi open space interni, per favorire l’interazione rapida tra gli uffici. È circondata da 4.000 metri quadrati di aree verdi e si sviluppa su 13.000 metri quadrati circa. Ha tre piani interrati con 200 posti auto, 60 parcheggi per le biciclette e 700 postazioni di lavoro.

Banca_sella

I dipendenti avranno a disposizione un ristorante e un nido aziendale che accoglierà fino a 24 bambini dai 3 mesi ai 3 anni. E potranno usufruire anche di tre sale attrezzate dove rilassarsi durante la pausa.

Il tutto in un ambiente ecosostenibile, nel quale le mura sono state progettate per incrementare al massimo l’isolamento e l’inerzia termica, i vetri riducono fortemente il fattore solare e lo spreco di acqua potabile è limitato grazie all’utilizzo di acqua piovana per gli impianti di condizionamento, idrici e irrigazione. Anche l’energia elettrica viene usata con parsimonia, grazie a un sistema di adeguamento automatico dell’illuminazione studiato per dosare la quantità di luce presente negli uffici.

Non mancano inoltre le comodità per i clienti: al piano terra c’è per loro una succursale con cinque sportelli e undici salotti per la consulenza, sportelli automatici e trepostazioni internet dalle quali è possibile accedere gratuitamente al servizio di banca online.

Jennifer Zocchi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook