Cover_cartelline_fai-da-teLa maggior parte della giornata, per fortuna o purtroppo, la trascorriamo in ufficio. 8,10 o anche 12 ore in uno spazio che, piccolo o grande, confortevole o scomodo, diventa la nostra seconda casa. E allora cosa fare per rendere la stessa scrivania, la stessa sedia e addirittura lo stesso computer, sempre più familiari? Tramontata l'era di set da scrivania in pelle, tagliacarte d'argento e portadocumenti in plastica, oggi il vero must è il riuso. Per aggiungere un tocco di personalità in più al nostro angolo di lavoro bastano pochi e piccoli consigli per trasformare oggetti in disuso in nuovi accessori da ufficio all'insegna del fai-da-te e del riciclo creativo.

La rete pullula di semplici idee per trasformare il nostro spazio in un luogo, senza dubbio più verde. Noi ne abbiamo scelte cinque. E allora benvenuti nell'ufficio dell'ecologista ideale.


1) Porta documenti e cartelline per l'archivio

portadocumenti

Messi al bando cumuli di fogli di carta e plastica in ogni ufficio che si rispetti non può mancare un porta documenti, meglio se rivestito di tutto punto. I passi sono pochi e semplici. Basta munirsi di fogli di stoffa, spray adesivo e cartelline ed il gioco è fatto. In pochissimo tempo avremo un raccogli documenti da far invidia a tutto il piano: rinnovato, colorato ma soprattutto ecologico. Istruzioni su DesignSponge


2) Porta penne dal tappo di detersivo

pen-holder-550

E se invece vogliamo trovare un porta penne e matite esclusivo basta prendere il tappo del detersivo che abbiamo finito, fare dei piccoli fori con un cacciavite rovente et voilà: un semplice pezzo di plastica si è trasformato in un'originale porta penne. Qui la spiegazione dettagliata.


3) Buste da lettera con vecchi giornali o riviste

buste_da_lettera

E come non pensare a tutte le lettere da spedire. Da vecchie riviste e vecchi fogli di giornale è possibile fare buste da lettera personalizzate. Con una forbice e un po' di colla (rigorosamente ecologica e senza addittivi chimici) potremmo dare nuova vita a pezzi di carta che sarebbero potuti diventare solo raccogli uova o al massimo panni per pulire le nostre finestre. Basta seguire passo passo le istruzioni, piegare, incollare e il gioco è fatto.

 


4) Portafotografie dai bicchieri di plastica

portafotografie

Ma un ufficio può chiamarsi veramente così, quando sulle pareti ci sono foto di vita quotidiana: quelle delle ultime vacanze, quelle del nostro cane che gioca in giardino o quelle di nostro figlio al parco. L'idea verde non è quella di attaccarle al muro con il solito scotch o con le puntine colorate, ma utilizzare bicchieri e tazze di plastica come portafotografie. Una volta rimossa l'ultima goccia di acqua o caffé possiamo mettere la foto all'interno della tazza e "dissetarci" di bellissimi ricordi. Guarda il tutorial.


5) Calendario da un vecchio album di schizzi

calendario

Questi piccoli consigli renderanno la nostra permanenza in ufficio senza dubbio più piacevole ma per tenere sotto controllo i giorni che trascorrono non può mancare un calendario green. Da un blocco da disegno è possibile fare un calendario da appendere o da mettere sulla scrivania l'importante è che sia 100% riutilizzabile. Basta rispolverare un vecchio album o quaderno a spirale dalla copertina rigida, rimuovere i vecchi schizzi, trovare 12 fogli di carta da ristampare, un laccio e l'immagine del nostro quadro preferito e in pochissimo tempo avremmo un calendario favoloso. Guardare per credere!

Con questi pochi suggerimenti renderete il vostro ufficio veramente green, con un pezzo di plastica in meno sulla Terra e un tocco di ecologia in più sulla nostra scrivania.

Silvia Napoleoni

Foto: Design Sponge e PlanetGreen


I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog