Uncaria, la corteccia che aumenta le difese immunitarie. Come sceglierla e utilizzarla

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’uncaria (Uncaria tormentosa) è una liana rampicante della famiglia delle Rubiaceae, che cresce spontanea in Sudamerica e in America centrale, tradizionalmente utilizzata per le sue proprietà immunostimolanti, antinfiammatorie e antiossidanti.

La pianta di uncaria può crescere fino a trenta metri sviluppando un fusto con diametro che può raggiungere i venticinque metri.

La radice essiccata e la corteccia della radice e del caule dell’uncaria sono utilizzate tradizionalmente dalle tribù peruviane che le assumono come antinfiammatorio, contraccettivo, abortivo, per stimolare il flusso mestruale e per curare svariate patologie tra cui il diabete, l’acne, la gonorrea e il cancro.

La pianta è stata scoperta all’inizio del 1900 in Perù da Arthur Brell, scienziato bavarese, che ne ha testato su di sé le proprietà curative.

I primi lavori sugli estratti ottenuti dall’uncaria sono stati poi pubblicati nel 1970, quando furono isolati gli alcaloidi ossindolici presenti nella corteccia, responsabili dell’azione immunostimolante.

Gli integratori a base di uncaria sono utili per sostenere le naturali difese dell’organismo, quando indebolito, soprattutto in alcuni periodi dell’anno.

Alexander Ruiz Acevedo/Shutterstock

Controindicazioni e interazioni

L’uncaria è considerata una pianta sicura e non sono stati riportati effetti collaterali rilevanti o interazioni.

L’utilizzo dell’uncaria è controindicato in caso di ipersensibilità o allergie verso uno o più componenti, oltre che in gravidanza e durante l’allattamento e nel periodo post-operatorio. La somministrazione di uncaria può aumentare i livelli plasmatici di alcuni farmaci, dunque se si seguono terapie farmacologiche è bene informare il medico, il farmacista o l’erborista prima di assumere preparati che contengono questa pianta.

L’uncaria è uno degli estratti presenti in imoviral®, l’alleato naturale per alzare le difese dell’organismo

imoviral

L’abbassamento delle temperature mette sotto stress il nostro organismo esponendoci in misura maggiore a malanni stagionali. L’esposizione a microorganismi patogeni tipici della stagione invernale, è inoltre favorito, durante i mesi invernali, dalla permanenza in luoghi chiusi e poco arieggiati a stretto contatto con altre persone.

Aiutare il nostro sistema immunitario è utile al fine di migliorare la risposta dell’organismo quando questo viene a contatto con patogeni.

La radice e la corteccia di radice e fusto dell’uncaria contengono sostanze – tra cui acidi organici e alcaloidi ossindolici pentaciclici e tetraciclici – in grado di sostenere l’attività delle cellule legate alla risposta immunitaria.

In Italia gli estratti di uncaria sono utilizzati da soli o in combinazione con altre piante per produrre integratori alimentari utili favorire le difese dell’organismo.

Come scegliere e utilizzare l’uncaria

La radice e la corteccia della radice e del caule di uncaria vengono raccolte su piante spontanee e coltivate di almeno tre-otto anni di età. La droga della pianta viene poi essiccata e utilizzata per produrre integratori alimentari, preparazioni erboristiche utili a sostenere la risposta immunitaria del nostro organismo.

È importante che gli estratti di uncaria siano standardizzati e titolati e che contengano almeno il 3% di alcaloidi. L’uncaria può essere impiegata da sola per formulare compresse, capsule, bustine, tinture madri o altre preparazioni ma spesso si trova associata ad altre piante dall’azione simile e con la quale lavora in sinergia.

Assumendo due compresse al giorno di imoviral® è possibile aumentare le naturali difese del nostro organismo prevenendo tosse, raffreddore, febbre o migliorando la risposta del sistema immunitario in caso di sintomi influenzali.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook