Trump cancella gran parte dei parchi nazionali: in pericolo le terre delle tribù indigene

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Donald Trump cancella gran parte del Bears Ears National Monument, area protetta dello Utah e ordina la riduzione del 47% del Grand Staircase-Escalante. Una decisione che di fatto abolisce limiti e restrizioni nello sfruttamento delle terre dei nativi americani e manda su tutte le furie gli ambientalisti.

Con una sola firma, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, ha proclamato un ridimensionamento di due monumenti nazionali su cui vigevano prima delle limitazioni stabilite dai predecessori Obama e Clinton.

Nello specifico, il Bears Ears National Monument era stato dichiarato monumento nazionale da Barack Obama nel 2016 e adesso sarà ridotto del 90%, mentre il Grand Staircase-Escalante National Monument, istituito da Bill Clinton nel 1996, sarà ridimensionato del 45%.

In poche parole, questo significa che queste aree non saranno di fatto più soggette a tutela ambientale e potranno essere sfruttate e deforestate ai danni delle cinque tribù indiane (dai Navajo agli Hopi) che vivono nella zona.

Trump ha definito la sua mossa come una ‘decisione storica’ e di fatto lo è, perché mai nessuno, da quando è stato istituito l’Antiquities Act, ovvero nel 1906, (che conferisce al presidente la facoltà di dichiarare aree protette), ne aveva abolita una.

trump parchi

Secondo il presidente americano, la scelta è stata obbligata e l’obiettivo quello di ‘riconsegnare il territorio alla gente, senza lasciarla a un gruppo ristretto’.

In realtà, questi territori potrebbero adesso diventare terre sfruttate per l’estrazione del petrolio e di gas ma anche per attività minerarie e commerciali legate al turismo. Ne sono convinti gli ambientalisti che promettono una battaglia legale.

trump parchi2
Potrebbero interessarvi:

Di fatto, la decisione è una vittoria per le multinazionali di combustibili fossili che possono adesso mettere mano su quei territori che prima erano sotto tutela ambientale. Secondo i nativi l’area ospiterebbe anche circa mille siti archeologici e le tombe di molti combattenti indiani che sono morti per difendere i loro diritti. Cosa ne sarà adesso delle tribù che vivono qui?

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook