Le armi nucleari diventano illegali: raggiunte le 50 ratifiche necessarie per l’entrata in vigore del Trattato Onu

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le armi nucleari diventano finalmente illegali. Grazie alla ratifica di un 50esimo stato, l’Honduras, soglia minima da raggiungere per poter attivare il divieto, il Trattato Onu che vieta le armi nucleari (TPAN) entrerà in vigore in 90 giorni, quindi il 22 gennaio 2021. A partire da quella data produzione, test, sviluppo, immagazzinamento, trasferimento e utilizzo di ordigni nucleari saranno illegali.

Se il 50esimo paese che ha firmato il trattato è stato l’Honduras, in Europa soltanto pochissimi paesi lo hanno approvato e ratificato, e l’Italia non è tra questi. Quando nel 2017 l’Assemblea generale dell’ONU votò per l’adozione del Trattato, l’Italia si rifiutò di “dichiarare apertamente che le armi nucleari non dovrebbero mai essere utilizzate e, concretamente, di partecipare ai negoziati per la loro messa al bando“.

Tuttavia la situazione cambierà anche per i tanti “sfavorevoli”. Perché con il 22 gennaio 2021 il Trattato Onu sul divieto delle armi nucleari diventerà vincolante diritto internazionale. E quindi anche gli Stati che non hanno aderito ne sentiranno il potere. “Possiamo aspettarci che le aziende smettano di produrre armi nucleari e le istituzioni finanziarie smettano di investire in società produttrici di armi nucleari“, riporta ICAN, International Campaign to Abolish Nuclear Weapons, che tanto ha contribuito alla sua attivazione.

Sempre ICAN ha commentato la notizia con queste parole:

A tutti i 50 stati partiti del trattato finora: siete dalla parte giusta della storia e vi plaudiamo per aver affrontato gli stati nucleari e aver portato per sempre la strada verso un mondo libero da queste terrificanti armi. Naturalmente ci congratuliamo e ringraziamo ognuno di voi che ha contribuito a far accadere questo momento. Questo è un traguardo incredibile per il nostro movimento e siamo incredibilmente orgogliosi di ciò che tutti abbiamo raggiunto insieme! E no, questo non significa che il lavoro sia terminato. Lontano da questo. Ci saranno molto da fare fino all’entrata in vigore del trattato, e dopo. Ma oggi celebriamo questo momento speciale, celebriamo i leader che ce l’hanno fatta, e iniziamo il conto alla rovescia per i 90 giorni!”.

Il direttore esecutivo di ICAN Beatrice Fihn, davvero entusiasta per questo storico traguardo, ha dichiarato:

“Questo è un nuovo capitolo per il disarmo nucleare. Decenni di attivismo hanno raggiunto quello che molti dicevano impossibile: le armi nucleari sono bandite”.

C’è ancora molta strada da fare ma è sicuramente un’ottima notizia per il mondo intero.

FONTE: ICAN

Ti potrebbe interessare anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook