Strage di piazza Fontana: 51 anni fa l’inizio degli anni di piombo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

12 dicembre 1969, ore 16.30: una bomba esplode nel salone centrale della Banca nazionale dell’agricoltura, sede di Milano, in piazza Fontana, dove coltivatori diretti e imprenditori agricoli si erano trovati venendo da tutta la provincia per il mercato settimanale. 17 morti, oltre 90 feriti. Oggi alle 16.30 la cerimonia di commemorazione delle vittime.

Non solo la bomba “madre”: in realtà diversi ordigni esplosero nei minuti successivi di quel terribile 12 dicembre, ritenuto l’inizio degli anni di piombo del nostro Paese. In particolare a Roma una all’interno della Banca nazionale del lavoro di via San Basilio e altre due sull’Altare della Patria di piazza Venezia. Questi attentati provocarono feriti e danni.

Le indagini, rivolte prima al mondo anarchico, quindi all’estrema destra, portarono ad una serie di processi lunghi, spesso con assoluzioni per insufficienza di prove e che ancora oggi non hanno trovato completa risposta.

Al termine dell’ultimo processo del 2005 la Cassazione ha affermato infatti che la strage fu realizzata dalla cellula eversiva di Ordine Nuovo capitanata da Franco Freda e Giovanni Ventura, non più processabili però in quanto assolti con sentenza definitiva nel 1987. E non è mai stata emessa una sentenza per gli esecutori materiali, ovvero coloro che portarono e sistemarono nei locali della banca la valigia con la bomba.

“Ai primi accorsi da Piazza Fontana, che dà accesso al salone, l’interno della Banca offriva subito dopo un raccapricciante spettacolo: sul pavimento del salone, che recava al centro un ampio squarcio, giacevano, fra calcinacci e resti di suppellettili, vari corpi senza vita ed orrendamente mutilati, mentre persone sanguinanti urlavano il loro terrore” si legge nella sentenza 23 febbraio 1979 del Corte d’Assise di Catanzaro, riportata sulla scheda del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.

Il ricordo delle vittime oggi alle 16.30 e il cordoglio per una pagina veramente buia del nostro Paese.

Fonti di riferimento: Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo / Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo – I processi per la strage di piazza Fontana  / Comune di Milano / Associazione Nazionale Partigiani d’Italia/Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook