La pizza Margherita di Cracco fa scatenare l’ironia della rete

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Carlo Cracco inventa una pizza margherita tutta sua e, che lo vogliate o no, sono due giorni che se parla. Una serie di cereali per renderla croccante, una salsa più densa, pomodoro siciliano e olio dell’Umbria. Quante storie! Questa non è una margherita, ma una “Craccorita” e per fare una grossissima pubblicità al nuovo locale milanese è bastato un attimo. Con tanta ironia sul web.

Come stanno i fatti: lo chef stellato (o meglio “mono-stellato”) ha proposto una rivisitazione del piatto must della cucina napoletana nel suo ristorante nuovo di zecca in Galleria Vittorio Emanuele a Milano, al costo di 16 euro. Una rivisitazione e una personalizzazione della famosa Margherita che per uno chef che – piaccia o no – gode di inverosimile fama, ci sta.

È per questo Master Carletto è andato giù di farina integrale Petra 9, mozzarella di bufala Orobianco, pomodoro siciliano, olio evo dell’Umbria e origano. Pizza napoletana? Manco a parlarne. Ma avete mai provato voi a mangiare una pizza che non sia a Napoli? Suvvia.

Non ne vorranno i pizzaioli napoletani, insomma, la cui arte è stata recentemente fregiata del titolo di patrimonio dell’Unesco, e non ne vorranno nemmeno i napoletani che sanno bene che dalla loro hanno la cultura della vera pizza, a 3,50/4 euro…

E se uno dei più bravi pizzaioli partenopei, Gino Sorbillo, ha preso le difese del collega milanese:

Mi è piaciuta la filosofia, onesta e semplice, che sta dietro a quella creazione […] La sua pizza contiene i ‘suoi punti di vista’, quegli stessi che lo hanno contraddistinto in questi anni e reso un personaggio televisivo molto amato. Lui, peraltro, non ha mai dichiarato nel menù di fare una pizza napoletana

è anche vero che i turisti, italiani e non, sanno bene che per mangiare un pizza come si deve bisogna andare a Napoli e punto. Altrove trovano solo rivisitazioni o tentativi di e ora, in più, hanno anche questa, tra l’altro in un “bistrot” dove sai bene che non pagherai poco, pizza o non pizza.

pizza craccata vaccata a

Dal canto loro, i napoletani non sono “infuriati” come si vuole far credere, ma ironici all’infinito.

Ogni volta che Cracco esce una margherita, da qualche parte un napoletano muore

La famosa pizza a cracco di cane

C’è davvero da ridere, ma perché non gridare allo scandalo anche per la “pizza margherita” che si trova nel banco freezer del supermercato sotto casa?

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook