Pagati per non fare niente: la curiosa iniziativa dell’Università di Amburgo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Università di Belle Arti di Amburgo ha deciso di offrire 3 borse di studio di 1.600 euro a chi, entro il 15 settembre, si candiderà per non fare niente. Il modulo per la presentazione della domanda include 4 quesiti:

  • Cosa non vuoi fare?
  • Per quanto tempo non vuoi farlo?
  • Perché è importante non fare questa cosa in particolare?
  • Perché sei la persona giusta per non farlo?

Friedrich von Borries, architetto e teorico del design che ha ideato il programma, ha dichiarato a The Guardian che a differenza di quanto si crede, non fare nulla non è così facile,  soprattutto se l’inattività include anche il pensiero:

“Non fare nulla non è molto facile. Vogliamo concentrarci sull’inattività attiva. Se qualcuno promette di non muoversi per una settimana, allora è qualcosa di sbalorditivo. Se invece qualcuno promette addirittura non solo di non muoversi, ma anche di non pensare, beh, è ancora meglio”.

Le borse di studio verranno consegnate dopo che i candidati prescelti avranno consegnato un rapporto sull’esperienza a metà gennaio 2021. I candidati potranno scegliere la durata delle loro inattività, per esempio stabilendo di non fare acquisti per diversi giorni in base alle preferenze.

L’idea alla base del progetto è nata da una discussione sull’apparente contraddizione di una società che promuove la sostenibilità e allo stesso tempo valorizza il successo, ha affermato Von Borries.  E non si tratta di uno scherzo ma di un importante esperimento sociale.

Concluso l’esperimento, l’Università organizzerà una mostra intitolata “The School of Inconsequentiality: Towards A Better Life“, che ruoterà intorno a una precisa domanda: “Da cosa posso astenermi in modo che la mia vita abbia meno conseguenze negative sulla vita degli altri?

Vi candidereste?

FONTE: The Guardian/hfbk-hamburg

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Schär

Quando il senza glutine incontra il biologico: nasce la linea Schär BIO

Quercetti

Questi giocattoli sono riciclabili e organici: stimolano la fantasia e insegnano a rispettare l’ambiente

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook