Nobel per la pace 2019: vince Abiy Ahmed Ali, premier dell’Etiopia per accordo con l’Eritrea

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Abiy Ahmed Ali, primo ministro dell’Etiopia, ha vinto il Nobel per la Pace «per i suoi sforzi nel raggiungere la pace e la cooperazione internazionale, e in particolare per le sue iniziative decisive per risolvere i conflitti lungo il confine con l’Eritrea», come riporta The Nobel Prize.

Perché proprio lui? Perché in qualità di Primo Ministro dal 2018 ha fatto di tutto pur di riallacciare i colloqui di pace con l’Eritrea, acerrimo nemico dal 1998, e in collaborazione con il presidente eritreo, Isaias Afwerki, è riuscito finalmente a elaborare un accordo firmato da entrambi ad Asmare e Jedda.

Non solo, si è anche impegnato a mettere pace fra altri paesi africani in conflitto, per esempio ha contribuito a migliorare i rapporti fra Eritrea e Gibuti e fra Kenya e Somalia.

E per quanto riguarda l’Etiopia, Abiy Ahmed Ali ha letteralmente cambiato faccia al paese, teatro di numerose rivalità fra le diverse etnie, promuovendo a 360 gradi solidarietà, riconciliazione e giustizia sociale, dimostrandosi rivoluzionario nelle idee come nella pratica.

Grazie a lui l’Etiopia ha concesso l’amnistia a moltissimi prigionieri politici, ha interrotto la pratica della censura dei media, ha licenziato leader militari e civili che si ritenevano corrotti, ha aperto porte alle donne anche in politica, ha legalizzato i gruppi di opposizione considerati illegali, e si ripromette di organizzare elezioni libere ed eque, per raggiungere una vera democrazia.

E nonostante ci siano ancora molte sfide da affrontare, il Comitato Nobel norvegese ha ritenuto opportuno premiarlo per i suoi sforzi, sperando così di incoraggiarlo a non mollare, perché possa trasformare l’Etiopia in un paese di pace e successo, cosa che avrebbe ripercussioni positive anche sul resto del continente africano.

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Photo Credit: NobelPrize

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook