Verso un’Italia tutta rossa o da Natale alla Befana andremo in lockdown totale?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Zona rossa su tutto il territorio nazionale i giorni di Natale, Santo Stefano, Capodanno, Befana e nelle due domeniche del 27 dicembre e 3 gennaio, mentre rimarrà la zona arancione nei prefestivi: decretate le nuove misure anti Covid-19 per le festività natalizie.

Nuove restrizioni che, dicono, si erano rese necessarie vista l’impennata dei numeri della pandemia e volte a scongiurare aperitivi, cenoni e veglioni. A dispetto di quanto si era deciso nel DPCM Natale, la zona rossa è ora prevista dal 24 dicembre e per tutto l’arco del periodo di festa.

Leggi anche: Dpcm Natale, FAQ del Governo: spostamenti, anziani soli, fidanzati. Tutte le risposte alle domande più comuni

Alla luce dei suggerimenti del Comitato tecnico scientifico qualche misura ulteriore la introdurremo. Ci stiamo riflettendo. Dobbiamo scongiurare in ogni caso una terza ondata perché sarebbe molto pesante – aveva detto nelle ultime ore il premier Giuseppe Conte sulla possibilità di introdurre nuove misure durante le vacanze di Natale. Il sistema delle regioni colorate sta funzionando, abbiamo evitato un lockdown generalizzato come in Germania. Con misure calibrate e ben circoscritte stiamo reggendo bene questa seconda ondata“.

ZONA ROSSA:

  • l’uscita di casa va motivata con autocertificazione
  • chiusi bar, ristoranti e negozi
  • vietato spostarsi da un Comune all’altro
  • vietato spostarsi tra Regioni
  • rimane necessaria l’autocertificazione anche per gli spostamenti all’interno di una città
  • restano chiusi musei e mostre

ZONA ARANCIONE:

  • i ristoranti e bar restano chiusi per tutta la giornata
  • i negozi restano aperti
  • la circolazione all’interno di un Comune è permessa, ma resta vietato spostarsi tra Comuni e tra Regioni
  • restano sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche in bar e tabaccherie
  • restano chiusi piscine, palestre, teatri, cinema

LOCKDOWN TOTALE, dal 24 dicembre al 6 gennaio, ciò vuol dire:

  • ristoranti chiusi
  • negozi non alimentari chiusi e tutte le attività di non prima necessità
  • assoluto divieto di spostamento, se non per urgenza, salute e necessità

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook