È morta Marie Fredriksson, cantante dei Roxette e voce indimenticabile della colonna sonora di Pretty Woman

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si è spenta a soli 61 anni Marie Fredriksson, la cantante del duo svedese dei Roxette, indimenticabile voce della colonna sonora “It must have been love” di “Pretty Woman“. Lei che da più di 17 anni combatteva contro un tumore al cervello, dopo averlo rivelato nel 2002 a tutti i fan, che rimasero scioccati dalla scoperta. I medici le avevano dato solo un  anno di vita dopo la terribile diagnosi, scoperta in seguito a un malore mentre faceva jogging con suo marito.

Il tumore, asportato con intervento chirurgico, la rese cieca in un occhio, le spense almeno in parte l’udito e la privò della voce per mesi. Finché nel 2004, a poco tempo di distanza, non riuscì a pubblicare “The Change“, unico suo album in inglese. E nel 2018 la cantante si cimentò in quello che è diventato ora il suo ultimo album, tenendo duro nonostante tutto.

La morte è stata annunciata sui social dei Roxette e tramite la newsletter, dove si legge:

“È con grande tristezza che dobbiamo annunciare che Marie Fredriksson di Roxette è deceduta la mattina del 9 dicembre, dopo una lunga battaglia di 17 anni contro il cancro.”

La sepoltura avverrà in forma privata alla presenza dei soli familiari e Per Gessie, suo compagno nel duo, su Twitter le ha dedicato queste parole:

Il tempo passa così in fretta. Non molto tempo fa abbiamo trascorso giorni e notti nel mio piccolo appartamento condividendo sogni impossibili. E che sogno abbiamo finalmente potuto condividere! Sono onorato di aver incontrato il tuo talento + generosità. Tutto il mio amore va a te + alla tua famiglia. Le cose non saranno mai le stesse.”

It Must Have Been Love: curiosità sulla colonna sonora di Pretty Woman

Marie era già famosa quando uscì, nel 1990, It Must Have Been Love, singolo dei Roxette prodotto per la colonna sonora del film Pretty Woman. Il brano era un riadattamento di una vecchia canzone natalizia pubblicata anni prima dal gruppo, Christmas for the Broken Hearted, che decisero di riutilizzare modernizzandolo, non avendo la possibilità di scriverne uno nuovo.

Inutile dire che fu un autentico successo, esattamente come l’indimenticabile film interpretato da Julia Roberts e Richard Gere.

Il brano cantato da Marie fa riferimento a una delle scene più celebri del lungometraggio, quando Vivian è nella limousine ed Edward sta per lasciare l’hotel e capisce, forse troppo tardi, di esserne innamorato, come suggerisce la canzone: “it must have been love, but it’s over now.”

Ora anche per Marie è troppo tardi, ma la sua musica rimarrà per sempre nella nostra memoria.

Ti potrebbe interessare anche:

Uno studio dimostra per la prima volta che le nanoparticelle di smog causano il cancro al cervello

Photo Credit: Newsletter Roxette

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook