Cos’è successo in passato quando il sangue di San Gennaro non si è sciolto?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Era atteso oggi il cosiddetto “miracolo laico” di san Gennaro, ma il sangue del santo non si è sciolto, provocando un’ondata di stupore e angoscia tra i religiosi e i pochi fedeli ammessi alla cerimonia. E non è servita nemmeno la seconda messa a far sciogliere il sangue del patrono di Napoli.

Il 16 dicembre è l’ultima delle tre date nelle quali tradizionalmente il miracolo di San Gennaro si ripete nel corso dell’anno. Il giorno è stato scelto per ricordare lo scampato pericolo della città di Napoli dalla terribile eruzione del Vesuvio nel 1631. In quell’occasione i cittadini si rivolsero a San Gennaro, portando in processione le ampolle del sangue del patrono al ponte dei Granili, oggi ponte della Maddalena. Secondo i racconti dell’epoca, il sangue si sciolse e la lava arrestò la sua corsa, risparmiando così Napoli.

“Quando abbiamo preso la teca dalla cassaforte il sangue era assolutamente solido e rimane assolutamente solido” ha annunciato l’abate della Cappella di San Gennaro del Duomo di Napoli, monsignor Vincenzo De Gregorio, al termine della messa celebrata alle 9 .

Ma non tutte le speranze sono perdute. Due anni fa, ad esempio, il sangue si è sciolto di pomeriggio. La teca con il sangue di san Gennaro sarà infatti ripresa nuovamente alle 16.30. E alle 18.30 sarà celebrata la messa dal cardinale di Napoli Crescenzio Sepe, nella speranza che venga dato l’annuncio dell’avvenuto miracolo.

Cos’è successo quando il sangue di san Gennaro non si è sciolto?

Secondo la credenza popolare napoletana, il mancato miracolo di san Gennaro è considerato presagio di eventi negativi. Se si guarda al passato, il sangue del santo non si è sciolto nel 1939 e 1940, anni dello scoppio del secondo conflitto mondiale e dell’entrata in guerra dell’Italia. Più di recente, il miracolo non è avvenuto nel settembre del 1973, periodo in cui si è diffusa l’epidemia del colera a Napoli e poi nel 1980, anno del violento terremoto in Irpinia. E che ci si creda o no, il 2020 è già stato un anno nefasto per tutti.

Il sangue di san Gennaro non si scioglie e si scatena l’ironia su Twitter

Il mancato miracolo di san Gennaro ha scatenato non poche reazioni tra i fedeli napoletani e non solo. Sui social, in particolare su Twitter, tantissimi utenti hanno commentato il fatto con frasi ironiche e considerazioni pungenti legate alla pandemia:

Fonte: Ansa/Napoli Today

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook