Alex Zanardi “risponde a stimoli visivi e acustici” dopo il primo intervento di ricostruzione cranio-facciale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ancora aggiornamenti positivi per Alex Zanardi dal San Raffaele di Milano, che fa sapere di aver effettuato con successo una ricostruzione cranio-facciale e che il campione risponde “a stimoli visivi e acustici”, anche se il quadro rimane complesso.

È  quanto afferma una nota dell’ospedale milanese, dove l’ex pilota è ricoverato dal 24 luglio dopo il drammatico incidente del 19 giugno scorso a bordo della sua handbike vicino a Siena.

Alex Zanardi “sta affrontando un percorso di cure sub-intensive” e già da alcuni giorni è sottoposto a sedute di riabilitazione cognitiva e motoria, si legge nel bollettino del San Raffaele.

Contemporaneamente è iniziato un ulteriore percorso chirurgico volto alla ricostruzione cranio facciale. Un primo intervento era già stato eseguito con successo, alcuni giorni fa, dal professor Mario Bussi ed è già in programmazione per le prossime settimane un secondo intervento.

Inoltre, conclude il comunicato, da diversi giorni Alex Zanardi è “sottoposto a sedute di riabilitazione cognitiva e motoria, con somministrazione di stimoli visivi e acustici, ai quali il paziente risponde con transitori e iniziali segni di interazione con l’ambiente. A fronte di questi progressi significativi, i medici ribadiscono, comunque, il permanere di un quadro clinico generale complesso, sulla cui prognosi è assolutamente prematuro sbilanciarsi”.

Forza Alex!

Fonte:

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook