Marijuana: al via la legalizzazione per uso ricreativo in California

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In California, la marijuana a uso ricreativo diventa legale. Dopo l’esito del referendum di novembre, lo Stato dal 2018 ha dato il via libera all’utilizzo libero della marijuana, con alcuni vincoli: bisognerà avere almeno 21 anni e la quantità è di un’oncia a persona, pari a circa 28 grammi. Inoltre, se si amano anche il faidate e i lavori nell’orto, si potranno coltivare nel proprio giardino fino a sei piante.

I negozi autorizzati sono concentrati nella Bay Area di San Francisco, a San Diego, nei pressi di Palm Springs, San Jose e Santa Cruz, dove il punto vendita KindPeoples lunedì ha attaccato uno striscione con la scritta: “Il proibizionismo è finito!”

Le licenze temporanee rilasciate dal Bureau of Cannabis Control a rivenditori, distributori, microbusiness, laboratori di prova e organizzatori di eventi sono ora in vigore e le aziende possono iniziare a operare nel mercato della cannabis commerciale legale della California.

Sono oltre 400 gli operatori autorizzati, da Shasta Lake alla città di San Diego. Essi hanno ricevuto la licenza statale secondo quanto rivelato dal sito ufficiale Cannabis.ca.gov.

“Questo è un giorno storico per lo stato della California. Segna l’inizio del mercato legale della cannabis che sarà ben regolato al fine di proteggere i consumatori e mantenere condizioni di parità per le imprese legate alla cannabis. Siamo fiduciosi di aver presentato un modello che altri Stati considereranno un esempio quando si avvieranno verso la legalizzazione“, ha detto il direttore del Bureau of Cannabis Control, Lori Ajax”.

L’Ufficio ha iniziato a rilasciare licenze temporanee prima del via libera, il 1° gennaio 2018. Oltre alle oltre 400 licenze assegnate, circa 4.400 utenti si sono registrati con il sistema online e sono state presentate oltre 1.800 domande. La popolazione californiana sembra dunque aver accolto con interesse la vendita libera della marijuana.

Va però precisato che l’utilizzo non è consentito ovunque, ma è vietato ad esempio nei luoghi pubblici, nei ristoranti e anche in auto.

LEGGI anche:

Lo stato più popoloso degli Usa ora si unisce a una lista crescente di altri dove la marijuana ricreativa è legale: la cannabis medicinale è già legale in 30 stati mentre quella a scopo ricreativo è libera in Nevada, Maine e Massachusetts.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook