@Maneskin/Facebook

I Maneskin trionfano agli Mtv Ema e ci ricordano l’importanza della lotta per i diritti civili (proprio come Lady Gaga)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo Sanremo e l’Eurovision Song Contest, i Maneskin sono ormai inarrestabili. L’ultimo emozionante traguardo è stato raggiunto ieri, quando la band romana hanno trionfato agli Mtv Ema di Budapest, nella categoria “Best Rock”. Una vittoria straordinaria per niente scontata, considerato che se la giocavano che altri gruppi storici del panorama musicale internazionale, come i Coldplay, i Foo Fighters, gli Imagine Dragons, i Kings of Leon e i Killers.

Per il nostro Paese si è trattato di una doppia soddisfazione perché non era mai accaduto che una band italiana salisse sul podio della competizione musicale e che una donna si esibisse sul palco degli Mtv EMA. La prima è stata proprio Victoria De Angelis, la grintosa bassista dei Maneskin. Ma, nonostante il tripudio di emozioni, la band romanda ha voluto dedicare un pensiero alla lotta per i diritti civili, che recentemente nel nostro Paese ha subito un duro colpo con l’affossamento del DDL Zan. 

Prima di salire sul palco con il nuovo brano “Mammamia” Damiano, Victoria, Ethan e Thomas hanno voluto dimostrare tutta la loro solidarietà alla comunità LGBT+.

Quest’anno, in particolare, bisogna andar fieri del nostro Paese per i risultati raggiunti non solo da noi ma da tanti sportivi e da tante personalità della cultura” – hanno fatto notare – Peccato per i diritti civili, dove continuiamo a rimanere indietro, e invece per noi sarebbe stata la vittoria più importante. Siamo sempre schierati da quella parte sia sul palco che nella vita privata.

Lady Gaga alla comunità LGBT+: “Continuerò a scrivere musica per voi”

Proprio ieri, mentre i Maneskin si portavano a casa la meritatissima vittoria agli Mtv EMA di Budapest, Lady Gaga si trovava in Italia, ospite da Fabio Fazio, nella trasmissione “Che tempo che fa” (in onda su Rai3) in occasione dell’uscita del film “House of Gucci”, in cui l’artista recita nei panni di Patrizia Reggiani.

E, come la celebre band romana, anche la pop star di fama mondiale si è rivolta alla comunità LGBT+ per esprimere tutto il suo sostegno e la sua empatia. 

Vorrei dire una cosa alla comunità Lgbtq+ in Italia: siete i più coraggiosi, siete i più gentili, siete un’ispirazione e perché succeda una cosa di questo genere (in riferimento allo stop al Ddl Zan), dobbiamo gridare al disastro. – ha detto Lady Gaga, visibilmente commossa – Voi dovete invece essere protetti, a tutti i costi, come tutti gli esseri umani che vivono su questa Terra. Io continuerò a scrivere musica per voi, e, cosa più importante, cercherò di lottare per voi.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: Mtv Ema/Che tempo che fa

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook