Larry King, re del giornalismo televisivo e radiofonico, muore a 87 anni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Larry King, il giornalista radiofonico e televisivo più famoso del mondo, è morto. Le sue interviste con celebrità e leader mondiali lo hanno reso un’icona per quasi mezzo secolo. Aveva 87 anni.

Ha ricevuto cure presso il Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, ma non sono state specificate la causa della morte. King era stato recentemente ricoverato in ospedale con Covid-19 e aveva problemi di salute già da alcuni anni, tra cui un ictus quasi fatale nel 2019 e il diabete.

“Sia che stesse intervistando un presidente degli Stati Uniti, un leader straniero, una celebrità, un personaggio pieno di scandali o un uomo qualunque, a Larry piaceva fare domande brevi, dirette e semplici”, si legge nella dichiarazione che annuncia la dipartita del suo editore Ora Media.

In una carriera di quasi 60 anni che ha abbracciato radio, televisione e Internet, la star del giornalismo ha condotto più di 50.000 interviste, nessuna delle quali preparata in anticipo.

Ma quello stile disinvolto, insieme alla sua ove baritonale e roca e alle sue bretelle tipiche, hanno reso “Larry King Live” un popolare programma in prima serata sulla CNN dal 1985 al 2010.

RIP

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook