Lady Gaga a Tokyo torna a vestire carne cruda

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lady Gaga, reginetta del pop e delle provocazioni, ritorna a fare parlare di sé in tutto il mondo grazie a un’immagine postata attraverso il proprio account Twitter. La fotografia, online dallo scorso lunedì, la ritrae nel corso di una sua esibizione in Giappone, a Tokyo, che la vede impegnata a ballare e cantare indossando nuovamente un abito realizzato con della carne cruda, probabilmente all’unico scopo di destare scalpore nel pubblico.

Non è la prima volta che Lady Gaga decide di impressionare il mondo indossando un abito che non può che evocare immagini cruente, facendo immediatamente correre la nostra mente a quanto ogni giorno avviene nei macelli ed alle sofferenze connesse all’industria alimentare della carne. Pensare di utilizzare della carne cruda per la realizzazione di un abito provoca semplicemente i brividi. Ma non è la prima volta che Miss Germanotta si ritrova a scegliere una mise simile.

Nel 2010, in occasione della consegna degli MTV Video Music Awards, Lady Gaga si presentò sul palco di fronte agli sguardi inorriditi dei presenti e degli spettatori indossando un abito realizzato con ben 20 chili di carne cruda. Non si trattava di un abito qualsiasi, ma di un’idea ben studiata, realizzata da uno degli stilisti della diva, Nicola Formichetti. Nello stesso periodo Gaga fu protagonista di un servizio fotografico per l’edizione giapponese della rivista di moda “Vogue”, in cui indossava un orribile buchini di carne cruda.

Al di là della volontà di provocare, non è dato sapere quali siano le motivazioni della cantante relativamente a simili scelte non soltanto di cattivo gusto, ma soprattutto orrorifiche ed a dir poco insensate, che non possono avere che l’effetto di generare disgusto nella maggior parte della gente. Che proprio da un simile disgusto possa derivare la decisione di rinunciare alla carne come alimento?

Nei mesi scorsi la star aveva concesso il proprio sostegno alla promozione negli Stati Uniti della “Giornata di astensione dalla carne” o “Meatout Day”, nel corso della quale ad oltre 30 mila persone sono stati distribuiti gratuitamente materiali informativi e pietanze vegane all’insegna della riscoperta di una alimentazione sana, etica e cruelty-free. Il fatto che a soli due mesi dall’evento Gaga si ritrovi a mostrarsi ricoperta di carne cruda per dubbie ragioni estetiche non può che lasciare il suo pubblico alquanto perplesso relativamente alle intenzioni del suo più recente, ma non di certo ultimo, gesto eclatante.

Marta Albè

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook