Farmaco per animali spacciato come panacea per il Covid-19, gravi conseguenze per più di 5000 indigeni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il gruppo evangelico era arrivato a Loreto, sostenendo di avere la cura contro il coronavirus e prometteva alle tribù indigene e non solo, la salvezza. Così a 5mila persone è stata iniettata ivermectina veterinaria, un farmaco usato per le infezioni parassitarie negli animali e che ha causato “terribili” effetti collaterali. Così adesso queste persone si sono ammalate.

Sul profilo Facebook della Municipalidad Provincial de Loreto – Nauta si vedono ancora le immagini in cui viene fatta l’iniezione agli indigeni, una mossa sostenuta dal sindaco Giampaolo Rojas. Tutto è iniziato qualche settimana fa. Come sappiamo, le tribù indigene dell’Amazzonia stanno ancora lottando per ricevere aiuti per affrontare la pandemia da Covid-19 che in Sud America, registra ancora numeri elevati. Con difese immunitarie basse e inesistenti mezzi ospedalieri, le tribù sono vulnerabili e rischiano il genocidio.

Nella regione di Loreto, la più grande dell’Amazzonia peruviana, il sindaco e un gruppo evangelico hanno promosso l’applicazione dell’ivermectina veterinaria a circa 5mila persone. Qui ne vivono circa un milione, di cui 300mila indigeni. La paura delle malattie e l’abbandono dello Stato, hanno costretto gli indigeni ad accettare l’iniezione dell’antiparassitario che è stato presentato loro come una cura per il Covid-19.

Così mentre il gruppo missionario sosteneva che il coronavirus fosse collegato al diavolo, alla fine del mondo e spacciava queste iniezioni come la ‘salvezza’, queste persone hanno iniziato ad ammalarsi. Di fatto l‘ivermectina è un antiparassitario per animali e non ci sono prove a sufficienza che dimostrino una reazione contro il nuovo coronavirus. Come spiega il CNR e la comunità internazionale, l’ivermectina, è già stato utilizzato nella cura di alcune gravi malattie tropicali ed è uno dei farmaci di interesse che si sta testando contro il Covid-19. Ma ad oggi, non ci sono ancora abbastanza informazioni sulla sua reale efficacia, quindi di fatto è stato iniettato senza alcuna prova scientifica consolidata.

Secondo Leonardo Tello, direttore di Radio Ucamara, punto di riferimento delle comunità indigene del fiume Marañón, a Nauta le 5mila persone che hanno ricevuto l’iniezione hanno avuto accelerazione del battito cardiaco, diarrea e malessere generale. Nella comunità di Cuninico, dove gran parte della popolazione presentava sintomi di Covid-19, il tecnico del Ministero della Salute ha riferito ai volontari delle cosiddette Missioni Evangeliche dall’Amazzonia, che non c’era bisogno di questo  “vaccino” perché la maggior parte delle persone si prendeva cura di se stessa con la medicina tradizionale, ovvero con le piante. Tuttavia, il gruppo evangelico ha deciso comunque di somministrare l’ivermectina veterinaria a popolazioni molto fragili e facilmente raggirabili. I missionari spacciavano il ‘vaccino’ come sicuro e testato. Così a Cuninico, il 60% delle persone di età superiore ai 18 anni ha ricevuto il farmaco e poi è stato male.

“La spiegazione dei volontari è stata chiara e diretta sul fatto che, questo farmaco era stato approvato dalla legge e che si tratta di un trattamento animale che dà risultati positivi. Hanno detto che lo stanno facendo a livello nazionale”, ha detto Wadson Trujillo Acosta, capo indigeno di Cuninico.

Ricordiamo che la Direzione Generale dei Medicinali del Ministero della Salute (Minsa) ha già avvertito dell’uso improprio del farmaco: “L’ivermectina formulata per animali non dovrebbe essere usata come sostituta dell’ivermectina destinata all’uso umano per il trattamento di covid-19 “. Nonostante ciò, l’applicazione di questa sostanza continua, mettendo a rischio la vita di oltre un milione di loretani.

Fonti:Bh Tv Nuestro Canal/Municipalidad de Loreto/RPP Noticias

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Repubblica di San Marino

Repubblica di San Marino: il turismo slow e green che non ti aspetti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook