India, terribile incendio in un ‘ospedale’ temporaneo per malati di coronavirus: 10 morti e più di 20 feriti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Hotel Swarna Palace, nell’Andhra Pradesh nel sud-est dell’India, era stato convertito tempo fa in struttura ospedaliera temporanea per ospitare e assistere persone malate di coronavirus, ma domenica mattina un terribile incendio lo ha colpito seminando il panico.

Due persone, stando ai funzionari, sarebbero saltate giù dall’edificio per salvarsi la vita mentre 10 pazienti non ce l’hanno fatta, uccisi dalle fiamme. Più di una ventina sono stati i feriti.

L’incendio sarebbe iniziato al piano terra per poi divampare anche al primo e secondo piano. I pazienti sopravvissuti sono stati trasferiti in un altro ospedale.

Il primo ministro Narendra Modi si è dichiarato enormemente dispiaciuto per la terribile tragedia.

E secondo quanto riporta BBC, il primo ministro dell’Andhra Pradesh, YS Jagan Mohan Reddy, ha annunciato che i parenti delle vittime riceveranno un risarcimento di cinque milioni di rupie (51.000 sterline).

Nel frattempo il governo dell’Andhra Pradesh ha avviato un’inchiesta per fare chiarezza sulle cause della tragedia, ancora non chiare.

FONTI: BBC

Ti potrebbe interessare anche:

Esplode pozzo petrolifero a Baghjan, India: nell’indifferenza generale, centinaia di vite distrutte e disastro enorme per l’ambiente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook