@Ikea Italia Instagram

La parità di genere inizia dal linguaggio: la pubblicità di Ikea che fa riflettere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ikea alcuni giorni fa ha lanciato una pubblicità che fa riflettere tutti noi sul valore delle parole che utilizziamo quotidianamente in relazione alle disparità di genere. “Posso aiutare?” è una frase che spesso le donne si sentono dire in casa dai loro compagni e mariti. Un modo di porsi, solo apparentemente innocuo, che in realtà nasconde il velato assunto che sia la donna a dover fare tutto.

È stato da poco l’8 marzo e, come avviene spesso in questo periodo, si è riaccesa l’attenzione su diverse tematiche che riguardano le donne, comprese le disparità di genere che in tanti campi della quotidianità sono ancora purtroppo difficili da sdoganare.

Parliamo ad esempio delle faccende domestiche che il luogo comune vuole siano di competenza prettamente femminile. Ikea Italia è intervenuta sulla questione con un interessante contribuito.

Si tratta di una pubblicità che, in una serie di infografiche, dedicate ai più comuni lavori domestici: fare la lavatrice, stirare, lavare i piatti, stendere, ecc. fa notare che spesso ci si rivolge alle donne chiedendo se si può in qualche modo “aiutare”. Ma questo velatamente, e neanche troppo, presuppone che debbano essere loro a svolgere questi compiti.

Come scrive Ikea:

Posso aiutare?” è una frase che sembra innocua ma che in realtà nasconde un atteggiamento sbagliato che declina tutta la responsabilità dei lavori di casa sulle donne. Sono, infatti, nella maggior parte dei casi proprio loro a doversene occupare”

 
Una campagna che mostra in maniera molto semplice e immediata che:
 
“Con i nostri comportamenti quotidiani in casa, possiamo azzerare le disparità di genere a partire dal linguaggio”

 
 
Sforziamoci quindi di cambiare non solo i nostri comportamenti ma anche il linguaggio!
 
Fonte: Ikea Italia Instagram
 
Leggi anche:
 
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
eBay

Come trasformare il tuo terrazzo o balcone in una piccola oasi con le fioriere giuste

Deceuninck

Mare, montagna o città? Come scegliere le finestre più adatte al luogo in cui vivi

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook