Hawaii: il telescopio della discordia. Sorgerà sul vulcano sacro ai nativi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È una battaglia che va avanti dal 2014 ma adesso sembra arrivata al termine: il Consiglio territoriale delle Hawaii ha concesso il permesso per la costruzione di quello che sarà uno dei più grandi telescopi al mondo su una montagna che i nativi considerano sacra.

Il vulcano dormiente Mauna Kea è da sempre considerato la dimora delle divinità, ma questo sembra interessare poco al consorzio statunitense-canadese che ha dato il via libera per la costruzione di un enorme telescopio per l’osservazione delle galassie e dei pianeti extrasolari (TMT).

Il progetto, che costerà 1,4 miliardi di dollari, divide da tempo la comunità locale: da un lato c’è chi vede nuove opportunità occupazionali, economiche e scientifiche, dall’altro c’è chi vive questa situazione come un sacrilegio.

Più in generale, potremmo dire che è un vero e proprio scontro tra religione e scienza dove le popolazioni locali ad oggi, hanno avuto la peggio nonostante l’immancabile appoggio degli ambientalisti.

osservatorio montagna1
Foto:TMT International Observatory

Nonostante i tentativi di sabotaggio ai lavori di costruzione, storia, tradizioni e cultura sono stati accantonati perché Mauna Kea è considerato il miglior luogo per il telescopio, che avrà lo specchio primario di un diametro di 30 metri, visto che le sue vette consentono una visione nitida del cielo per 300 giorni all’anno, con uno scarso inquinamento d’aria e di luce.

I lavori erano iniziati nel 2014 ed entro il 2018, il telescopio dovrebbe vedere la luce. Non tutti gli hawaiiani comunque si oppongono, c’è infatti chi dà un’interpretazione diversa alla costruzione.

osservatorio montagna2
Foto: Hollyn Johnson/Hawaii Tribune-Herald/AP

Non sono gli unici a combattere:

Secondo alcuni, gli spiriti degli antenati non sarebbero contrari al fatto che sulla loro “casa” sostano più strutture per l’osservazione spaziale, anzi, potrebbero essere addirittura onorati che la loro dimora sia punto essenziale per il progresso umano e della scienza.

Dominella Trunfio

Foto: ©Keystone

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook