Greta Thunberg candidata al Nobel per la pace per la seconda volta

L’attivista svedese Greta Thunberg è stata candidata al Premio Nobel per la pace per la seconda volta.

A proporre la candidatura della 17enne sono stati Jens Holm e Hakan Svenneling dello Swedish Left Party poiché la giovane “ha lavorato duramente per far aprire gli occhi ai politici sulla crisi climatica” e perché “l’azione per ridurre le nostre emissioni e il rispetto dell’accordo di Parigi è quindi anche un atto di pace“.

Per il suo impegno contro il riscaldamento globale e la crisi climatica, Greta era già stata proposta per il premio Nobel per la Pace 2019 da tre parlamentari norvegesi lo scorso anno.

Sempre nel 2019, la giovane ambientalista è stata eletta Person of The Year dalla rivista TIME, per essere ”riuscita a trasformare le ansie vaghe per il pianeta in un movimento mondiale che chiede un cambiamento globale“.

Greta è infatti riuscita a sensibilizzare buona parte dell’opinione pubblica in tutto il mondo riguardo l’emergenza climatica, riuscendo dove tanti prima di lei avevano fallito.

Oltre a trascinare in piazza milioni di persone durante gli scioperi globali per il clima, Greta ha fatto arrivare il suo messaggio anche ai politici dimostrando determinazione e coraggio.

Poiché la crisi climatica è e sarà sempre più una tra le maggiori cause di conflitti e guerre, il contributo di Greta e del movimento Fridays For Future che ha ispirato è importante non solo per l’ambiente, ma anche per la pace.

Leggi anche:

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Cosmoprof 2020

Scarica la guida sulla clean beauty, il futuro della cosmesi è green

Roma Moto Days

Al Motodays 2020 va in scena la mobilità elettrica

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook