Greta Thunberg eletta dal Time ‘Person of the year 2019’

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’attivista svedese per i cambiamenti climatici Greta Thunberg è stata nominata “persona dell’anno” dal Time.

La giovanissima Greta “è riuscita a trasformare le ansie vaghe per il pianeta in un movimento mondiale che chiede un cambiamento globale“, ha scritto la rivista.

Greta Thunberg ha dato inizio al movimento Fridays for Future da sola, ad agosto dello scorso anno: ogni venerdì saltava la scuola e si sedeva davanti al Parlamento svedese con un cartello che recitava “School Strike for Climate”.

Nei 16 mesi successivi, Greta si è rivolta ai capi di stato delle Nazioni Unite, ha incontrato il Papa e ha ispirato milioni di persone a unirsi a lei nello sciopero climatico globale lo scorso 20 settembre, in quella che si è poi rivelata come la più grande manifestazione climatica nella storia umana.

Da allora altri tre scioperi globali sono stati organizzati, e le piazze di tutto il mondo si sono riempite di giovani pronti a lottare per l’ambiente.

La coraggiosa adolescente è diventata in meno di due anni l’icona di una generazione, grazie ai suoi messaggi chiari, diretti, basati sui tanti studi scientifici che con sempre più frequenza ci avvisano sui pericoli cui stiamo andando incontro.

Greta si rivolge con coraggio e indignazione ai politici, pretendendo da loro risposte rapide ed efficaci per contrastare la crisi climatica in atto.

Solo pochi giorni fa, la giovane attivista è intervenuta alla COP25, la conferenza per il clima delle Nazioni Unite, spronando tutti, politici e cittadini, a fare la loro parte per salvare il Pianeta.

“Le delegazioni discutono del mercato del carbonio e dei risarcimenti per le catastrofi naturali. Ma non hanno capito che è giunto il momento di fare ben altro: un taglio drastico e immediato alle emissioni di CO2.
Il pericolo non è nell’azione, ma nel comportamento dei politici che fingono di agire perché non comprendono che siamo di fronte a una emergenza. Non sono io a dirlo, è la migliore scienza disponibile a confermarlo.
Sarà un decennio decisivo per il nostro futuro. E se i politici non lo capiscono devono essere le persone a capirlo e a fare pressione perché le cose cambino. Su questo sono fiduciosa: le persone possono cambiare, sono pronte a cambiare.”, queste le parole di Greta a Madrid.

Ogni anno il pianeta si avvicina sempre di più a un punto di non ritorno, che una volta raggiunto cambierà definitivamente la vita sulla terra come la conosciamo ora. Il momento migliore per agire è adesso, prima che sia troppo tardi.

Per il suo impegno e per la sua forza ispiratrice, Greta ha già ricevuto numerosi premi e riconoscimenti negli ultimi mesi, tra cui il “Right Livelihood Award 2019“, ed è stata anche candidata al Nobel per la Pace.
L’adolescente è stata anche ampiamente attaccata e criticata, perché, diciamolo, Greta si ama o si odia, ma di certo ha fatto in modo che tutto il mondo non fosse più indifferente alla crisi climatica

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook