10 frasi e insegnamenti sulla pace del Mahatma Gandhi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pace. Una parola dalle mille sfaccettature, che oggi più che mai sembra un’utopia, un traguardo globale molto lontano. Il Mahatma Gandhi, il cui appellativo significa “grande anima” ha declinato questa parola così semplice eppure così profonda in tanti modi. Ecco i suoi 5 insegnamenti più celebri e altrettante frasi che Gandhi ci ha lasciato.

Insegnamento 1

Il potere è di due tipi: uno si ottiene dalla paura della punizione e l’altro da atti d’amore. Il potere basato sull’amore è mille volte più efficace e permanente da quello derivato dalla paura della punizione.

Secondo il Mahatma la forza non vince mai contro il potere dell’amore. In questo momento di grande fermento e agitazione nel mondo, la più grande forza da non sottovalutare è quella che viene dall’amore.

Insegnamento 2

Che differenza c’è tra morti, orfani, e senzatetto, se la folle distruzione passa sotto il nome di totalitarismo o sotto quello di libertà e democrazia?

Una guerra infligge sempre dolore e sofferenza per tutti. La storia ha visto innumerevoli esempi di dittatori che hanno portato distruzione sul nostro mondo. Un mondo di pace può essere raggiunto se impariamo il potere della non violenza, come dimostra la vita del Mahatma Gandhi.

Quest’ultimo ha dimostrato che possiamo raggiungere libertà, giustizia e democrazia per l’umanità senza uccidere nessuno, senza rendere alcun bambino orfano e senza privare nessuno della propria casa per colpa dei danni causati dalla guerra.

Insegnamento 3

Ci sono molti motivi per cui io sono pronto a morire, ma nessuna per cui io sia pronto a uccidere. Al centro della nostra esistenza, secondo Gandhi, c’è il nostro innato desiderio di vivere una vita tranquilla. La più grande e nobile causa deve essere solo quella di portare la pace in questo mondo anche offrendo il proprio sacrificio invece del dolore altrui.

Insegnamento 4

Occhio per occhio servirà solo a rendere cieco tutto il mondo diceva Gandhi. Non importa dove viviamo, quale religione professiamo o qual è la cultura che coltiviamo: al centro di tutto siamo tutti esseri umani.

Insegnamento 5

Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo, predicava il Mahatma. Non si può portare la pace nel mondo a tutti a meno che un leader politico non dimostri di cambiare in prima persona. Ciò vale per tutti, non solo per i rappresentanti politici.

Di seguito cinque bellissime frasi che il Mahatma Gandhi ci ha lasciato:

“Nessuna civiltà potrà essere considerata tale se cercherà di prevalere sulle altre”.

“Il giorno in cui il potere dell’amore supererà l’amore per il potere il mondo potrà scoprire la pace”

“La non violenza è la più forte arma mai inventata dall’uomo”

“Non conosco peccato più grande di quello di opprimere gli innocenti in nome di Dio”

“Se potessimo cancellare l’«Io» e il «Mio» dalla religione, dalla politica, dall’economia ecc. saremmo presto liberi e porteremmo il cielo in terra.”

LEGGI anche: Il silenzio sulla guerra fa male quanto le bombe. Giornata internazionale della Pace

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Enel Green Power

Aumenta la propria capacità rinnovabile nel 2020: al via i primi progetti e iniziative

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante