A Roma la prima ‘farmacia di strada’ che fornice medicinali gratis ai meno fortunati

Analgesici, antipiretici, gastrointestinali e antipertensivi: i senza fissa dimora e i più bisognosi hanno accesso gratuito a questo tipo di farmaci grazie alla prima Farmacia di strada, a Roma in via della Lungara, nei locali dell’ambulatorio del centro di accoglienza gestito dai volontari del carcere di Regina Coeli, la Vo.Re.Co. Onlus.

Si tratta del progetto nato già un anno fa dalla collaborazione di Medicina Solidale con Assogenerici, Banco Farmaceutico e Fofi, Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani e, grazie a un protocollo tra aziende e associazioni di categoria, da settembre 2018 ad oggi sono stati raccolti e donati agli indigenti – anche attraverso gli ambulatori solidali – quasi 9 mila confezioni di medicinali.

I medicinali sono distribuiti all’interno di un percorso terapeutico avviato presso lo stesso ambulatorio e finora ben 15mila persone povere si sono potute curare.

Siamo lieti di aver contribuito a fare del bene ai più poveri ed emarginati della nostra società, privi dell’essenziale per rispondere alle esigenze vitali”, ha affermato Sergio Daniotti, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico.

farmacia di strada

Foto

La nascita della prima ‘farmacia di strada’ è un atto concreto per andare incontro a quelle ‘periferie esistenziali’ indicate da Papa Francesco e nello stesso tempo rappresenta un segno di speranza per tanti cittadini di questa nostra metropoli che vivono ai margini, spesso dimenticati”, conclude Lucia Ercoli, direttore di Medicina Solidale e responsabile scientifica del progetto. ”.

Leggi anche:

Germana Carillo

Decathlon

Hai una bici usata? Torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

Schar

Il pane senza glutine: tipi di pane e cereali utilizzati

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

tuvali
seguici su Facebook