Orologio dell’Apocalisse: mancano 2 minuti alla fine del mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Mancano due minuti alla fine del mondo. Si spostano in avanti le lancette del Doomsday Clock, l’orologio del Bulletin Atomic of the Scientists che misura quanto l’umanità è vicina all’apocalisse.

Ormai conosciamo bene l’orologio che simbolicamente misura il tempo che ci separa dalla fine del mondo, adesso le lancette sono state spostate in avanti ovvero alle 23.58, a due minuti dalla mezzanotte, ora in cui dovrebbe avvenire l’apocalisse.

Il Doomday Clock era stato ideato dagli scienziati dell’Università di Chicago nel 1947, dopo i primi test nucleari con il preciso scopo di indicare quando si arriverà all’autodistruzione. Le lancette, infatti, vanno di pari passo con gli eventi che dipendono più o meno dall’uomo.

Nel gennaio 2012, l’orologio dell’Apocalisse era stato portato avanti di un minuto, l’ultima volta che la lancetta si è trovata a 3 minuti dalla fine del mondo era stato nel 1983, quando “le relazioni tra Usa e Urss erano al massimo livello di freddezza”.

Nel 2018 erano state spostate in avanti di trenta secondi rispetto al 2017, a causa della tensione tra USA e Corea del Nord e per le politiche anti ambientaliste di Donald Trump.

“È importante che i leader del mondo mantengano la calma anziché agitare tensioni che possono portare a una guerra, vuoi per un incidente che per calcoli sbagliati”, contuinua a ribadire la direttrice esecutiva dell’organizzazione, Rachel Bronson.

Non ci sono, dunque, buone notizie: armi nucleari, surriscaldamento globale, tensione tra i paesi e disinformazione, ci avvicinano secondo gli scienziati, sempre di più all’ora X.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook