Una donna in Australia è caduta in un dirupo ed è morta per scattarsi un selfie “panoramico”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una donna in Australia è caduta da un dirupo ed è morta sabato scorso dopo aver tentato di scattare un selfie in una posizione precaria.

Rosy Loomba, 38 anni, era con suo marito e suo figlio quando l’incidente è avvenuto al Grampians National Park, nello stato australiano di Victoria, secondo Nine News, affiliato della CNN.

Erano a Boroka Lookout, uno strapiombo che ha una vista panoramica sulle montagne e sulla città sottostante. La donna ha scavalcato barriere di sicurezza, ignorando i segnali di pericolo, per posare su una roccia per una foto, quando è inciampata oltre il bordo, cadendo per più di 80 metri lungo la parete della montagna.

Il belvedere è un luogo fotografico particolarmente popolare; una rapida ricerca del tag di posizione su Instagram mostra dozzine di foto con persone ritratte sulla scogliera, gambe che penzolano oltre il bordo o in equilibrio su una roccia stretta vicino al bordo. Alcuni si sono persino ripresi mentre facevano salti mortali all’indietro.

 

Un buon motivo per ricordarci che la vita vale molto di più di un selfie per accaparrarsi like…

Fonte: 9News

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook