Addio Diana Rigg, eroina di “Game of Thrones” e unica indimenticabile moglie di James Bond

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La ricorderemo per sempre come Lady Olenna nella serie cult “Game of Thrones”, ma anche – per i più anzianotti – come prima e unica moglie di James Bond nel film del ‘69 Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà: ci lascia a 82 anni Diana Rigg, per un cancro diagnosticatole a marzo scorso.

Dame Diana”, così come veniva chiamata nel suo paese d’origine per avere ricevuto la decorazione e il titolo dell’ordine dell’ex Impero britannico dalla regina, era famosa anche per aver dato una indimenticabile dose di umorismo al personaggio di Emma Peel, al fianco di John Steed (Patrick Macnee) nella serie tv degli anni ‘60 Agente speciale (The Avengers).

Ha trascorso gli ultimi mesi riflettendo felicemente sulla sua vita straordinaria, piena d’amore, di sorrisi e di un profondo orgoglio per quanto fatto nella sua professione”, lascia detto alla BBC la figlia, Rachael Stirling, anche lei attrice.

Diana Rigg ha avuto un successo incredibile anche a teatro, ottenendo prestigiosi riconoscimenti per le sue Medea e Madre Coraggio.

Fonte: BBC

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook