@YouTube

Il potente gesto di Cristiano Ronaldo che nasconde la Coca Cola dall’inquadratura e invita tutti a bere acqua

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non è passato inosservato il gesto di Cristiano Ronaldo alla conferenza stampa di ieri, prima della partita Ungheria-Portogallo. Subito dopo aver preso posto, il fuoriclasse juventino ha notato due bottigliette di Coca Cola (uno degli sponsor ufficiali di Euro 2020) sul tavolo e non ha esitato a rimuoverle dall’inquadratura. “Acqua! Ecco cosa bisogna bere…acqua!” ha esordito afferrando una bottiglia d’acqua e rivolgendosi ai giornalisti presenti. Un potente invito ad evitare bevande gassate che si è trasformato in un’aperta provocazione nei confronti della multinazionale americana.

Come era prevedibile, il gesto ha spaccato l’opinione pubblica: da un lato c’è chi ha apprezzato la forte sua presa di posizione salutista.

Dall’altro, c’è chi ha criticato il gesto nei confronti del marchio sponsor di Euro 2020. Secondo qualcuno, non sarebbe un atteggiamento coerente, visto che proprio qualche anno fa il calciatore era stato scelto come testimonial in una pubblicità di Kfc, la nota catena statunitense di fast food (cibo considerato tutt’altro che salutare) specializzata nel pollo fritto.

Tuttavia, non è la prima volta che Ronaldo disapprova il consumo della celebre bibita e di cibo spazzatura. Già qualche mese fa, infatti, ne aveva parlato, criticando le abitudini alimentari del figlio che, come raccontato dal calciatore, ama bere Coca Cola, aranciata e mangiare patatine fritte. 

Al di là delle polemiche, siamo pienamente d’accordo con Ronaldo: la Coca Cola non fa affatto bene. È ormai risaputo che contiene fin troppi zuccheri e coloranti. Inoltre, è una delle aziende che produce più plastica inquinante a livello mondiale. Non possiamo che dare ragione a Cristiano Ronaldo. Viva l’acqua! 

Fonte: YouTube/Twitter

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook