Coronavirus: stop alle bollette di luce, gas e acqua. Sospeso anche il canone Rai

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Coronavirus, fino al 30 aprile sarà sospeso il pagamento delle bollette. Fermato anche il pagamento del canone Rai. Sono queste le misure decise dal governo per aiutare le zone più colpite dal contagio da Covid-19.

Il Consiglio dei Ministri infatti nei giorni scorsi ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti di sostegno a famiglie, lavoratori e imprese.

“Le disposizioni introdotte mirano ad assicurare un primo necessario supporto economico ai cittadini e alle imprese che affrontano problemi di liquidità finanziaria a causa dell’emergenza sanitaria internazionale dichiarata dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e agli episodi di diffusione del virus verificatisi nel nostro Paese” spiega il Governo.

Il provvedimento però riguarda solo chi risiede (o ha sede legale o operativa) nei comuni della cosiddetta “zona rossa”: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini e Vo’.

Stop alle bollette

Inizialmente la prima bozza del decreto aveva parlato di una sospensione di 6 mesi del pagamento delle bollette di luce, gas, acqua e rifiuti ma nella versione definitiva è stato deciso che lo stop sarà in vigore fino al 30 aprile prossimo. L’Arera, l’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera) adesso è al lavoro per gestire la sospensione. Questa misura solitamente viene adottata in occasione di calamità naturali come i terremoti, anche se c’è una differenza notevole: non c’è stata alcuna interruzione nella fornituta a causa di danni agli edifici. Di fatto, i consumi energetici sono stati normalmente assicurati.

Cosa accadrà dopo il 30 aprile?

Molto probabilmente sarà possibile rateizzare i pagamenti una volta concluso il periodo di sospensione. In questo modo la spesa non graverà tutta insieme sui cittadini.

Per saperne di più sulla possibilità di rateizzare le bollette dopo il 30 aprile, si dovranno attendere 120 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto legge (in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale). L’Authority dovrà infatti stabilire le modalità di rateizzazione delle fatture e degli avvisi di pagamento sospesi.

Stop anche agli altri pagamenti…

Chi vive nei comuni della zona rossa è esonerato anche da altre tipologie di pagamento in scadenza nel periodo dal 23 febbraio al 30 aprile. Si tratta di:

cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione; avvisi di addebito emessi dagli enti previdenziali ed assicurativi; atti di accertamento esecutivi emessi dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli; atti di accertamento esecutivi emessi dagli enti locali sia per le entrate tributarie che per quelle patrimoniali; “rottamazione-ter”; “saldo e stralcio”; il versamento, per 12 mesi, dei ratei dei mutui agevolati concessi da Invitalia alle imprese; il pagamento dei diritti camerali.

In questi casi, la scadenza è stata prorogata al 31 maggio 2020.

…e al canone Rai

Sospeso anche al canone Rai il cui pagamento avverrà nella prima bolletta utile dell’energia elettrica che scatterà dopo la sospensione. In ogni caso, il termine ultimo di pagamento è il 31 dicembre di quest’anno.

Fonti di riferimento: Governo

LEGGI anche:

Sconfiggere il Coronavirus con il virus della gentilezza: il video che tutti i bambini dovrebbero vedere

I saluti al tempo del Coronavirus: niente strette di mano. L’India rilancia il ‘namastè’

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook