Coronavirus: fisioterapia abbrevia la terapia intensiva dei pazienti con Covid-19

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In corsia, in prima linea nell’emergenza coronavirus ci sono anche loro: i fisioterapisti che a pieno titolo sono nell’equipe medica e seguono i pazienti sia in Terapia intensiva che non, occupandosi di aspetti motori, ma soprattutto respiratori.

“Una figura presente per i pazienti ospedalizzati che stanno lottando contro il virus, ma che devono essere seguiti a livello di riabilitazione per ridurre appunto i problemi dovuti all’allettamento, ma anche al Covid-19 che va a creare proprio problemi di respirazione”, spiega Davide Romano dottore in Fisioterapia nello Studio riabilitativo Prometheus di Bracciano.

La terapia fisica migliora le condizioni generali delle persone colpite dal virus e va a ridurre anche il periodo di degenza sia in Terapia intensiva che in ospedale, il tutto non solo è un fattore positivo per le persone, ma anche per le strutture che sono purtroppo al collasso.

“Noi fisioterapisti da un lato guardiamo all’aspetto motorio, dall’altro a quello respiratorio perché la prolungata ventilazione polmonare protettiva, la sedazione e l’uso di agenti bloccanti neuromuscolari vanno a bloccare la mobilità fisica”, spiega ancora Romano.

Ma non solo, presenti in reparto i fisioterapisti favoriscono il processo di estubazione così da contribuire all’accelerazione del processo di guarigione. Allo stesso modo, svolgono un importante compito di monitoraggio e trattamento dei pazienti una volta che lasciano la terapia intensiva e vanno in reparto attraverso programmi di esercizio terapeutico e riabilitazione funzionale adattati alle esigenze individuali. “C’è tutto un lavoro di riabilitazione polmonare nei pazienti affetti da Covid-19, bisogna insegnare loro una nuova respirazione essendo rimasti per troppo tempo attaccati alle macchine”, chiosa il fisioterapista. Un lavoro, quindi, che inizia dall’espansione toracica e arriva fino alla messa in piedi del paziente stesso.

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Repubblica di San Marino

Repubblica di San Marino: il turismo slow e green che non ti aspetti

Deceuninck

Come scegliere gli infissi giusti per una casa ecosostenibile

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook