Coronavirus: in Australia le scuole rimarranno aperte. Morrison: “Chiuderle sarebbe grave per economia e forza lavoro”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le scuole in Australia continueranno a rimanere aperte perché chiuderle ‘sarebbe grave per l’economia e la forza lavoro”. Così il primo ministro Scott Morrison, mentre in tutto il mondo è in corso la pandemia da Covid-19. In Australia sono 454 le persone positive e sei quelle morte.

Nonostante le numerose richieste di chiusura, le scuole pubbliche in tutta l’Australia rimarranno aperte. “Come padre sono felice che i miei figli vadano a scuola. C’è solo una ragione per cui i tuoi figli non dovrebbero andare a scuola, se non stanno bene. C’è un interesse pubblico nazionale nel mantenere aperte le strutture”, spiega Morrison.

Secondo il primo ministro, dunque, non serve chiudere le scuole per contenere il virus e spiega che, sono le stesse autorità sanitarie, a dire che è meglio che rimangano aperte per evitare di perdere il 30% del personale ospedaliero che sarebbe costretto a rimanere a casa per prendersi cura dei figli.

“Questo metterebbe a rischio la vita delle persone. Pensiamo ai genitori, è nell’interesse della nazione tenere le scuole aperte e questo non sarà a discapito della salute dei bambini”, dice Morrison.

Hassan Vally, epidemiologo e professore associato di sanità pubblica presso l’Università di La Trobe, ha spiegato a SBS News che la decisione di chiudere le scuole avrebbe probabilmente una serie di “conseguenze indesiderate” che il governo deve prendere in considerazione. “Bisogna prendere tale decisione con molta cautela e farlo solo quando sia assolutamente necessario”, dichiara Vally. Questa decisione ha comunque causato allarmismo tra i genitori e sono tanti quelli che stanno optando per tenere i bambini a casa. Come dicevamo i casi sono per adesso 454 in tutta la nazione.

coronavirus mappa

©Esri, FAO, NOAA

“Chiuderle adesso e per sei mesi, causerebbe gravi problemi nel settore dell’istruzione”, spiega ancora il primo ministro. Dopo questa decisione, il Chief Medical Officer australiano Brendan Murphy continua a ribadire l’importanza dell’igiene e il distanziamento sociale a scuola. “Dobbiamo assicurarci che nessun bambino o insegnante malato vada a scuola”, chiosa Murphy.

coronavirus mappa

©Esri, FAO, NOAA

Anche il Dipartimento della Pubblica Istruzione del NSW segue la linea del primo ministro e spiega attraverso un portavoce: “A meno che uno studente non debba essere messo in quarantena, l’aspettativa è che frequenti la scuola normalmente”. Sconsigliati invece i viaggi all’estero e nei prossimi giorni il governo annuncia restrizioni su visite ad anziani in case di cura.

Fonti: 7News/SBS/Central Westner Daily

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook