Addio a Christopher Tolkien, primo lettore di The Hobbit e guardiano della Terra di Mezzo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Addio a Christopher Tolkien, figlio dello scrittore e narratore fantasy John Ronald Reuel (JRR) Tolkien Tolkien, morto in Francia all’età di 95 anni. Era stato il primo lettore di The Hobbit, della saga del Signore degli Anelli, di The Silmarillion e custode della Terra di Mezzo creata dal padre.Grazie a lui, molte opere di JRR Tolkien sono state pubblicate postume.

Christopher Tolkien era, infatti, editore dei suoi capolavori e aveva avuto un ruolo molto attivo nelle pubblicazioni dopo la sua scomparsa. A dare l’annuncio della morte è stata la Tolkien Society. Tolkien junior era ricoverato nell’ospedale della Dracénie a Draguignan in Francia dove da quarant’anni viveva insieme alla moglie.

Era stato ribattezzato come l’esecutore e il custode delle essenze della Terra di Mezzo, quel mondo immaginario creato dal padre che ha rivoluzionato e lasciato un segno indelebile nella narrativa fantasy.

Figlio terzogenito, grazie al suo lavoro di linguista e da profondo conoscitore della letteratura, era riuscito a mettere in ordine il complesso mondo fantasy dello scrittore inglese, raccontando così la storia completa di Arda, il luogo nel quale accade ogni evento.

Dopo la morte del padre aveva curato la pubblicazione di The Silmarillion, opera definita come un corpus mitologico ideato come cuore dell’universo tolkieniano. Christopher Tolkien ha poi pubblicato l’opera enciclopedica dal titolo The History of Middle Earth divisa in dodici volumi tra cui Racconti Perduti e i Racconti Ritrovati, che ricostruiscono le vicende della Terra di Mezzo.

Ancora indimenticabili, I Figli di Hurin, I Racconti Incompiuti, Beren e Lúthien e La Caduta di Gondolin, insieme a numerose lettere scritte dal padre ai sui amici e parenti. Aveva lavorato come redattore di The Legend of Sigurd e Gudrún e The Fall of Arthur, i primi libri di suo padre che non hanno avuto il successo delle sue maggiori creazioni.

Nel 2008, Christopher Tolkien aveva ampiamente criticato il regista Peter Jackson per la sua trasposizione de Il Signore degli anelli al cinema, arrivando a denunciare il produttore di New Line Cinema, colpevole di non aver pagato gli 80 milioni di sterline (circa 93,9 milioni di euro) di diritti cinematografici.

Tuttavia l’arte immortale di Tolkien continuerà a vivere: due giorni fa, Amazon ha annunciato la distribuzione del suo adattamento televisivo della Terra di Mezzo, una produzione multimilionaria sulla piattaforma digitale.

Foto

Leggi anche:

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook