Non buttate le vecchie monete da 100 lire! Potrebbero valere anche 1000 euro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non più in uso ma di enorme valore. Come molte monete rare, anche alcune 100 lire possono valere una fortuna. Quelle del 1955, per esempio, sono un tesoro. Per non parlare di quelle del 1954, pressoché introvabili. Controlliamo ovunque in casa!

Altro che 100 lire! Mai messe in circolazione quindi rarissime, la monete da 100 lire del 1954 sono un tesoro da migliaia di euro. Ma anche quelle del 1955, primo anno di ufficiale conio, arrivano a quotazioni incredibili, sfiorando i 1000 euro.

Le 100 lire “Minerva” hanno una lunga storia: infatti “ideate” nel 1954, ma in circolazione ufficialmente solo l’anno dopo, sono state una delle monete più diffuse fino all’abbandono delle lire. Non è raro quindi trovarle ancora nelle case di chi le ha  usate per decenni. Ma quelle “classiche” e più recenti non hanno molto valore, pochi euro se non meno.

Non è così però per le più antiche. Se si ha l’incredibile fortuna di avere addirittura quelle del 1954, ci si può ritenere molto più che fortunati. Infatti in quell’anno ci furono solo delle prove di conio, con divieto di circolazione.

100 lire valore migliaia di euro

@La Moneta

Come riportato sul sito della Numismatica italiana, le primissime riportavano infatti la scritta ‘PROVA’, ad indicare proprio una moneta per ora finta, una sorta di fac-simile da testare, senza valore di scambio. Queste, se mai fossero nelle nostre case, equivalgono a trovare davvero gettoni d’oro.

Ma possiamo esultare anche se dovessimo trovare 100 lire del 1955, soprattutto se poco usate. Per capire quanto potremmo guadagnare, è però importante sapere lo stato di conservazione, che determina, insieme alla rarità, il valore.

Dal sito Numismatica.it:

B = Bella (la moneta è liscia e poco leggibile. I rilievi conservano 2 o 3/10 di metallo).

MB = Molto Bella (la moneta è molto usurata, alcune parti non sono leggibili, i rilievi conservano 4 o 5/10 di metallo).

BB = Bellissima (i rilievi presentano 6, 7/10 di metallo, la circolazione ha attenuato i rilievi maggiori ma la moneta, salvo per qualche particolare minore, è perfettamente leggibile ed intera. Può avere colpi sul bordo non deturpanti).

SPL = Splendida (la moneta ha circolato pochissimo e presenta leggere tracce di circolazione, tutti i rilievi sono nitidi e presentano da 8 a 9/10 di metallo. Può avere dei colpetti sul bordo dovuti al contatto con altre monete).

FDC = Fior di Conio (la moneta si trova nello stato in cui era uscendo dal conio perché non ha praticamente circolato. Quindi nessuna traccia di usura è visibile ed i rilievi delle figure presentano 10/10 di metallo. Può avere difetti di conio e segni di contatto, anche sul bordo, dovuti alla produzione delle monete).

FS = Fondo Specchio (la moneta, al momento della produzione, è stata sottoposta ad una particolare lavorazione che ha reso i fondi speculari. Questo procedimento si è recentemente diffuso nelle attuali monete per collezionisti).

Il sito specializzato Monete Italiane quota le 100 lire 1954 FDC 920 euro e quelle del 1955 161, ma i collezionisti sono pronti a pagare anche molto di più.

100 lire valore migliaia di euro

@Monete Italiane

E non disperiamoci se troviamo “solo” quelle di anni successivi: su Ebay si trovano prezzi anche di 100 euro per gli anni 1956 e 1958: non una fortuna, ma comunque un bel salto di guadagno da 100 lire a 100 euro.

Tutti a cercare!

Fonti di riferimento: Moneteitaliane.com / Numismatica.it / Ebay / Lamoneta.it / Moneterare.net

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
eBay

Come scegliere il gazebo perfetto

eBay

Moda circolare: vendi le cose che non metti e adotta un comportamento sostenibile

NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook