In arrivo le nuove banconote da 100 e 200 euro: saranno indistruttibili e a prova di lavatrice e ferro da stiro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il prossimo 28 maggio cominceranno a circolare le nuove banconote da 100 e 200 euro, a completamento della nuova serie introdotta dal 2013. La loro caratteristica? Non si stropicceranno se finiranno in lavatrice né andranno perse se ci passeremo su il ferro da stiro. Ciò significa che le banconote dovranno essere sostituite meno di frequente, limitando in questo modo i costi e l’impatto sull’ambiente.

Dunque, ammesso che qualcuno si dimentichi un bigliettone da 100 nella tasca dei jeans prima di lavarli, la banconota dovrebbe uscirne sana e salva.

Progettati per aumentare la sicurezza e la resistenza, i nuovi euro saranno resistenti non solo alla nostra sbadataggine ma anche agli agenti chimici, alla luce del sole e ai picchi di temperature. Di contro, continueranno a seguire le stesse novità inserite sui tagli precedenti, per cui saranno un po’ più bassi rispetto a quelli attuali e avranno le caratteristiche di sicurezza già presenti sull’attuale taglio da 50 euro, ossia il ritratto sia in filigrana sia nell’ologramma presente.

Ma la buona notizia riguarda i più maldestri: in un video dimostrativo pubblicato dalla Bce, i biglietti sono sottoposti ad alte temperature, vengono lavati in lavatrice, stirati e sottoposti a numerosi “stress test” e rimangono sempre intatti.

100 euro stiro

Le altre novità

Sulla parte superiore della striscia argentata vi è l’ologramma con satellite, la nuovissima caratteristica di sicurezza di queste banconote: muovendole appare il simbolo dell’euro che ruota attorno al numero. Altra novità riguarda il numero verde smeraldo: muovendo una banconota, la cifra brillante nell’angolo inferiore sinistro produce l’effetto di una luce che si sposta in senso verticale. In più, il numero cambia colore, passando dal verde smeraldo al blu scuro.

A beneficio di quanti hanno gravi problemi di vista, infine, la Bce ha previsto sui nuovi euro anche grandi cifre in caratteri più marcati con tonalità maggiormente contrastanti per facilitarne il riconoscimento in base al colore. Lungo il bordo delle banconote si trovano anche segni percepibili al tatto diversi per ogni taglio.

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook