Le rare immagini di una tribù indigena incontattata minacciata dai taglialegna di Bolsonaro

popoli indigeni

La loro foresta è stata in parte distrutta, solo un piccolo lembo è rimasto intatto. Ed è proprio lì che vivono gli Awà, una delle tribù incontattate più minacciate al mondo dai taglialegna.

Ha lo sguardo spaventato e di lui non si conosce neanche il nome. Questo Awà vede per la prima volta una telecamera. E’ quella di Mídia Índia, un’associazione cinematografica indigena che sta filmando la scena solo e soltanto per dimostrare che nella foresta esistono tribù indigene che vanno tutelate e non sfrattate, minacciate e uccise.

Il video è stato filmato dai Guajajara, una tribù vicina che sta cercando di proteggere le isole di foresta in cui vivono gli Awá e diffuso da Survival International, l’organizzazione che da anni è a fianco dei popoli indigeni. Siamo nel Brasile orientale ma noi non diremo il luogo esatto proprio per tutelarli, ma parliamo di un’area che negli ultimi anni è vittima della deforestazione.

“In quell’area, infatti, la foresta amazzonica viene rapidamente distrutta e alcuni gruppi di Guajajara pattugliano regolarmente il territorio per monitorare le incursioni e sfrattare i taglialegna. Molti di loro hanno ricevuto minacce di morte per questo e alcuni sono stati uccisi”, scrive Survival.

Gli Awá vanno tutelati e protetti perché difendono le loro terre ancestrali a costo della loro stessa vita. Come altri popoli indigeni vivono nella paura, sempre più minacciati da taglialegna e imprenditori senza scrupoli.

“Molti di loro sono stati contattati, ma è noto che alcuni vivono incontattati negli ultimi, importanti lembi di foresta rimasti. I Guajajara li avevano visti mentre cacciavano, e questo video è la prova della loro esistenza”, dice Survival.

“Noi Guardiani difendiamo i diritti del nostro popolo, difendiamo i diritti degli Indiani incontattati, e difendiamo la natura per tutti noi” ha detto Olimpio Guajajara, Coordinatore dei Guardiani dell’Amazzonia. “Tre di noi sono stati assassinati. Abbiamo bisogno che la nostra terra sia protetta in via definitiva”.

Con il presidente Bolsonaro, gli attacchi agli indigeni sono aumentati e “i taglialegna e gli allevatori si sentono istigati ad aumentare i loro attacchi alle terre indigene. Oggi il disboscamento nel territorio è incontrollato, e sono stati individuati accampamenti di taglialegna proprio vicino all’area degli Awá in contattati”.

“Speriamo che questo video produca qualcosa di positivo” ha detto Flay Guajajara di Mídia Índia, che ha filmato il video. “Speriamo che abbia un impatto internazionale e aiuti a proteggere il nostro popolo e la nostra foresta”.

Erisvan Guajajara di Mídia Índia ha dichiarato:

“Non avevamo il permesso degli Awá per registrare il filmato, ma sappiamo che è importante usare queste immagini perché siamo consapevoli che, se non le mostreremo al mondo, gli Awá verranno uccisi dai taglialegna. Dobbiamo dimostrare che esistono e che le loro vite sono in pericolo. Usiamo queste immagini come una richiesta di aiuto, chiediamo al governo di proteggere le vite dei nostri parenti che non vogliono entrare in contatto con l’esterno”.

“Questo video è un’ulteriore prova dell’esistenza degli Awá incontattati. E un semplice sguardo alle immagini satellitari dimostra quanto siano in pericolo” ha detto oggi il Direttore generale di Survival Stephen Corry.

“I taglialegna hanno già ucciso molti dei loro parenti e hanno costretto altri a uscire dalla foresta. Il Presidente Bolsonaro e i suoi amici nell’industria del taglio del legno non desidererebbero altro che l’eliminazione dei sopravvissuti. Solo una mobilitazione internazionale può salvare gli Awá incontattati dal genocidio”.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Foto cover:© Mídia Índia

Yves Rocher

Candidati al premio Terre de Femmes della Fondazione Yves Rocher. Trovi tutte le info qui!

Coop

Arrivano nel reparto ortofrutta i meloni senza glifosato

dobbiaco

corsi pagamento

seguici su facebook