10 cose da fare per festeggiare l’ultimo giorno d’estate

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’autunno sta per arrivare. Forse un po’ di malinconia è venuta a farci visita in quest’ultimo giorno d’estate soprattutto ripensando alle ferie, ai giorni di riposo e relax.

Ma non lasciamoci sopraffare e festeggiamo in maniera diversa l’ultimo giorno d’estate, pronti a dare il benvenuto all’autunno, con i suoi splendidi colori e le temperature decisamente più miti.

Cosa fare dunque per celebrare ancora per un giorno l’estate? Di idee ce ne sono davvero tante, tutte realizzabili e alla portata di chiunque.

Non servono grandi disponibilità economiche, solo un po’ di tempo da concedere a noi stessi nell’arco di quest’ultima giornata estiva, da ritagliarsi per ascoltare ancora una volta quello che la Natura ha da dirci, prima del silenzio autunnale.

Facciamoci trovare pronti dall’autunno che ormai bussa alle nostre porte, non guardiamo con nostalgia all’estate appena trascorsa ma celebriamola ancora una volta.

Ecco le 10 cose da fare per dire arrivederci all’estate:

Camminare scalzi sull’erba

camminare scalzi

Riscopriamo questo contatto con la Natura, abbandoniamoci a questa sensazione, senza contare che camminare scalzi (anche in casa) fa bene, migliora l’equilibrio e la postura, aiuta la circolazione e rafforza piedi e muscoli.

Fare l’ultimo bagno al mare

bagno mare

Se le temperature lo permettono e anche le distanze, c’è ancora tempo per fare un altro bagno al mare. Sicuramente la temperatura dell’acqua non sarà come quella di luglio o agosto ma un tuffo sarà certamente rigenerante.

Annusare un gelsomino

annusare gelsomino

Molti dei fiori che ci hanno deliziato con i loro profumi durante l’estate stanno per salutarci. Passeggiando per le strade e per i parchi, abbiamo certamente notato le piante di gelsomino che stanno perdendo lentamente i loro fiori. Fermiamoci ad assaporarne il profumo prima che l’autunno lo porti via.

Ammirare il tramonto

tramonto

Cosa c’è di più bello? I tramonti estivi, coi loro colori, sono un piacere per gli occhi. Le loro calde tonalità mettono allegria e risvegliano la vena romantica che è in noi.

Ascoltare le cicale la sera

cicale

Il loro frinire ha scandito le giornate estive. Un suono di sottofondo, simbolo della bella stagione. Tra poco le cicale non canteranno più, approfittiamone.

Dormire senza calzini

scalza

Al Nord fa decisamente più fresco rispetto al sud ma ove le temperature ancora lo permettano, si può ancora dormire senza calzini, in libertà.

Guardare le stelle distesi su un prato o all’aria aperta

guardare stelle

Si potrà sempre ammirare il cielo stellato. Le notti autunnali e poi quelle invernali sono ancora più adatte perché le ore di buio sono di più rispetto a quelle dei mesi estivi. Purtroppo però le temperature in calo non permettono di stare troppo tempo all’aria aperta o distesi su un prato. Approfittiamone ancora per un po’.

Preparare le conserve e le marmellate di prodotti estivi

conserve

Scegliamo prodotti di stagione (ancora per poco), armiamoci di buona volontà e mettiamoci ai fornelli. Un pomeriggio di lavoro da dedicare a conserve e marmellate da consumare durante l’inverno, e che ci regaleranno aromi e sapori tipicamente estivi.

Saltiamo nelle pozzanghere e corriamo sotto la pioggia

pozzanghere

E se piove? Poco male. Stivaletti e via, si va a saltare nelle pozzanghere. Torniamo bambini, usciamo all’aria aperta con i nostri piccoli e divertiamoci con loro. Chi ci vedrà, potrà considerarci pazzi, ma in fondo cosa c’è di male a riscoprire quel lato di noi che troppo spesso dimentichiamo?

Organizzare il prossimo viaggio

sindrome wanderlust

Anche voi soffrite della sindrome di Wanderlust? Non fate che viaggiare e progettare i prossimi viaggi? Bene, fatelo anche oggi. Che sia una gita fuori porta, un week end in campagna o un tour in una città d’arte, fatelo. Un ottimo modo per dire arrivederci all’estate.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook