Aperivirus, corona cake e libri-antidoto: il Nord reagisce (con ironia) al Coronavirus

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Coronavirus ci fa ancora paura ma, fortunatamente, si inizia anche a sdrammatizzare un po’ la tensione e la psicosi collettiva con un pizzico di ironia che non guasta mai. Al Nord alcune attività commerciali hanno reagito in maniera originale…

Milano è la patria degli aperitivi che, in questo periodo, si stanno inevitabilmente adeguando alle restrizioni dovute alla presenza del virus più noto del momento, il COVID-19, meglio noto come Coronavirus.

Già nei giorni scorsi alcuni bar avevano reagito all’ordinanza che prevedeva la chiusura alle ore 18 con aperitivi in orari alternativi, soprannominati gli aperivirus. Ora che le regole sono cambiate dando la possibilità di servire (ma solo ai tavoli) anche dopo quell’orario, tanto meglio. È l’occasione giusta per gustare in compagnia dei colleghi o degli amici un bel aperivirus. Non c’è motivo di rinunciare, con le dovute precauzioni ovviamente!

Foto © La7

 

C’è poi chi ha deciso di combattere la paura del Coronavirus scherzandoci su con dolcezza. Parliamo della Gelateria Infinito di Casalmaggiore (nel Cremonese) che ha creato la Corona Cake, una torta gelato che richiama in maniera inconfondibile la caratteristica principale del virus, le sue protuberanze che vanno a formare una specie di corona.

Come hanno dichiarato a La Repubblica Andrea Schiroli e sua moglie Daniela, titolari della gelateria, l’intenzione:

“non è assolutamente quella di mancare di rispetto a chi in questo periodo sta soffrendo. Sappiamo che la questione è seria, ma crediamo fermamente che non sia con la tristezza e la paura che si risolvono i problemi. L’importante è rispettare le ordinanze e mantenere la calma. Se poi nel frattempo si mangia anche del buon gelato, male non fa”.

Anche una libreria ha deciso di intervenire sull’argomento Coronavirus in modo originale lanciando l’hashtag #libriantidoto. Si tratta de La Scatola Lilla di Cristina Di Canio, libraia milanese che in questi giorni ha dovuto annullare tutti gli eventi previsti nel suo negozio.

Ma niente paura: dato che le persone sono sempre più restie a girare e frequentare luoghi pubblici, la libreria offre un servizio di consegne a domicilio per chi magari, stando più tempo a casa, ha anche maggiori possibilità di leggere.

 

Tutti possono partecipare e fornire consigli di lettura su quelli che per loro sono, appunto, dei #libriantidoto, un modo per sentirsi ancora vicini, anche se distanti, accomunati dall’amore per i libri.

Fonti: Repubblica/Il format

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook