ridurre_fabbisogno_petrolio

La recente marea nera che ha colpito la costa e il tratto di mare antistante Porto Torres, a pochissimi mesi di distanza dal disastro ambientale del Golfo del Messico, ha tristemente riportato alla ribalta il problema delle fuoriuscite di greggio o in generale carburanti fossili e della necessità di difendere l’ambiente dalle attività umane, dalla superficialità e dall’incuria.

Se è doveroso investire sulla prevenzione e pretendere la messa in sicurezza di stabilimenti industriali e navi adibite al trasporto del petrolio, è anche giusto che ciascuno di noi si faccia un esame di coscienza e si impegni a ridurre i propri consumi. Come? Utilizzando delle alternative ai prodotti a base di petrolio ogni volta in cui ciò è possibile e ricordando che la tutela dell’ambiente dipende non solo dai grandi gesti ma anche dalla somma di tanti comportamenti individuali.

Ecco quindi 15 piccoli suggerimenti per provare contenere il consumo di petrolio e derivati nella nostra vita quotidiana:

1. Spegnete la vostra auto e parcheggiatela. Camminate, andate in bici, usufruite dei mezzi pubblici oppure scegliete soluzioni pratiche, a basso consumo e a basso costo, come il car pooling e il car sharing.

2. Se siete così fortunati da avere un cortile o un giardino tutto per voi, popolatelo di alberi, piante, fiori e arbusti, in modo da renderlo più bello e ridurre il più possibile l’estensione di prato da tagliare periodicamente.

3. Se poi avete comunque necessità di rasare il vostro prato, preferite un tosaerba manuale: farete più fatica, certo, ma consumerete molto meno, tonificherete i vostri muscoli e non contribuirete all’inquinamento acustico!

4. Cercate di evitare di acquistare oggettistica, complementi di arredo, stoviglie e giocattoli in plastica. E, se proprio non potete farne a meno, puntate almeno sulla plastica riciclata.

5. Evitate di usare i sacchetti di plastica (che sì, sono stati banditi dal 1° gennaio 2011, ma sono ancora presenti in molti negozi fino ad esaurimento scorte) e sostituiteli con delle borse in tela, riutilizzabili e lavabili.

6. Passate dagli inchiostri derivati dal petrolio agli inchiostri di soia.

7. Evitate i prodotti in nylon e poliestere, sia quando si tratta di oggettistica che per quanto riguarda l’abbigliamento. Sostituiteli, ogni volta in cui è possibile, con tessuti organici o materiali riciclati (ad esempio, potete scegliere delle valigie in plastica riciclata e acquistare abiti in fibra naturale).

8. State pensando di costruire un tetto nuovo per la vostra casa? Preferite tegole, legno o metallo al catrame. E magari installate anche dei pannelli fotovoltaici, per fare fronte in modo autonomo ed eco-compatibile al fabbisogno energetico della vostra routine domestica.

9. È arrivato il momento di ristrutturare il bagno di casa? Scegliete una cabina in vetro per la vostra doccia, in modo da non dover usare delle tende di plastica.

10. Dovete tinteggiare le pareti della vostra camera o del salotto? Optate per delle vernici ecologiche, che non contengano derivati dal petrolio e sostanze nocive per la salute.

11. Quando fate le pulizie, abituatevi a lucidare i pavimenti della vostra casa con la cera d’api anziché con cere commerciali a base di petrolio, in modo da ottenere un risultato splendente e al 100% green.

12. Se avete a cuore sia il vostro charme che il destino del pianeta, tenetevi lontani da profumi prodotti con derivati del petrolio e optate sempre per profumazioni naturali a base di oli essenziali (leggi il nostro articolo sui profumi biologici)

13. Per la cura e l’estetica delle vostre labbra, preferite rossetti ecologici, evitando i prodotti a base di petrolio che si trovano comunemente in commercio: sarete ugualmente belle e molto più “naturali”.

14. Che siate miopi, astigmatici, ipermetropi o quant’altro, preferite gli occhiali alle lenti a contatto usa e getta: certo, anche le lenti degli occhiali sono a base di derivati del petrolio, ma sono utilizzabili molto più a lungo, senza il bisogno di essere sostituite di continuo.

15. E, infine, non cambiate il vostro colore naturale di capelli. Se proprio volete variare il vostro look, scegliete colorazioni naturali, come ad esempio l’henné.

Lisa Vagnozzi

monge

Monge

10 cose da sapere prima di accogliere un cucciolo in casa

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram