Natale_green

Natale è il momento ideale per ritagliarsi del tempo per sé: per fare acquisti, per decorare allegramente la propria casa e per banchettare con gli amici. A pagarne le conseguenze sono spesso i conti bancari e il girovita ma c'è un'altra vittima meno evidente: l'ambiente. Spendere e consumare in eccesso ha ovviamente un effetto negativo su di esso.

Un recente studio ha stimato che durante il Natale, tra luci, regali, spostamenti e cenoni, una famiglia italiana media di tre persone produce circa 386 kg di CO2, per un totale di oltre 7,7 milioni di tonnellate d’anidride carbonica.

Ma possiamo goderci il Natale a pieno rispettando Madre Natura: basta seguire alcune piccole accortezze.

1) Albero di Natale

Scegli un albero che abbia un apparato radicale sano e rigoglioso: in questo modo trascorso il Natale sarà possibile piantarlo in giardino, e riutilizzarlo l'anno successivo. Vi consigliamo caldamente di scegliere un albero da agricoltura biologica, privo di pesticidi e coloranti chimici. Anche un albero artificiale potrebbe essere una buona alternativa poiché può essere utilizzato più e più volte, ma assicuratevi che si tratti di prodotti realizzati con materiali naturali riciclabili. Ad esempio se tutti i cinque milioni di alberi di plastica venduti in Italia durante le festività natalizie (fonte Coldiretti) fossero sostituiti da alberi in cartone riciclato si risparmierebbero dalle 20 mila alle 70 mila tonnellate di CO2. Per saperne di più date un’occhiata a Idee per un albero di Natale davvero green

2) Regali

Viviamo nell’era del consumismo sfrenato e spesso fare un regalo ad un’altra persona è un’impresa a dir poco epica. Ed è per questo che i regali etici sono sempre un'ottima soluzione: potrete così aiutare a salvare la foresta pluviale o proteggere qualche specie in via di estinzione o potreste scegliere di contribuire alla difesa dell'infanzia o dei diritti umani. Leggete Natale 2010: ecco le proposte "etiche" per regali equosolidali se volete trovare qualche spunto interessante.

Vi suggeriamo anche di visitare i mercatini, oltre ad essere divertente troverete sicuramente dei prezzi più abbordabili e magari riuscirete anche a trovare un bell'accessorio vintage. Non sottovalutate neanche l'idea di regalare il vostro tempo: non esiste infatti al mondo una cosa più preziosa e può essere un dono malto gradito per qualcuno che abbiamo trascurato un po'.

3) Decorazioni natalizie

Per decorare la vostra casa potreste usare, assecondando la tradizione, dell'agrifoglio e del vischio che potranno poi essere compostati in gennaio. Potrete creare delle decorazioni utilizzando dei materiali di riuso: economici e divertenti da creare e molto utili se avete figli o nipoti da impegnare in qualche attività ludico-ricreativa.

Per quando riguarda le tradizionali luci di Natale sarebbe preferibile usare solo quelle a led che utilizzano il 10% di energia rispetto alle lampade a incandescenza. Inoltre scaldandosi meno sono anche più sicure e possono essere adoperate sia all'interno che all'esterno. Se preferite adoperare le candele per creare l'illuminazione natalizia optate per le candele di cera d'api o di soia, che, anche se leggermente più costose, non contengono la paraffina (quindi petrolio) e hanno stoppini senza piombo.

4) Incartare i regali

Acquistate carta riciclata o in alternativa creatala con vecchie mappe, fumetti, riviste, carta da parati, cartoline di Natale, cruciverba, manifesti e spartiti: tante altre idee per i vostri pacchetti eco-sostenibili le troverete su Natale 2010: consigli green per incartare i regali”.

5) Biglietti d'auguri

Ci sono tanti modi per comunicare buon Natale senza sprecare tanta carta: una telefonata, un sms, un e-mail, ma se proprio non riuscite a rinunciarvi optate per quelli fatti di materiale riciclato e riciclabile. Alcuni bigliettini possono essere riutilizzati in un certo numero di modi intelligenti, come decorazioni per l'albero o come carta da imballaggio. Per saperne di più leggete "Buon Natale 2010: trucchi e consigli per cartoline e biglietti d'auguri fai-da-te"

6) Cena di Natale

Per la vostra deliziosa cena natalizia utilizzate prodotti locali: riscoprirete le tradizioni culinarie e rispetterete l’ambiente. I prodotti a Km 0 sono più sani ed eco-sostenibili. Riducete il più possibile il consumo di carne e magari provate dei nuovi menù vegetariani o vegan: chissà che non decidiate di farne poi il vostro stile di vita. Non cucinate dosi troppo abbondanti e se lo fate non gettate via il cibo, anche gli avanzi in cucina possono essere riutilizzati in modo creativo. Se volete saperne di più ciccate qui.

7) Risparmiare energia

  • Natale è un periodo dell'anno in cui siamo propensi a usare più energia nelle nostre case ma cerchiamo di evitarlo:
  • Abbassiamo le luci di Natale durante il giorno e quando andiamo a letto
  • Se le luci natalizie sono accese, spegniamo quanto più possibile le altre
  • Se ci sono più persone a casa vostra significa che ci sarà più calore: quindi abbassate il termostato di un grado o due.
  • Spegnete il riscaldamento quando cucinate la cena di Natale, il calore della cucina manterrà le aree circostanti calde.

Non mi resta che augurare a tutti voi un felice Natale Green.

Lorenzo De Ritis

 

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 video-corsi su Alimentazione sana, Salute e Benessere naturale, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e podcast inclusi

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog