rifiuti_Natale

Manca ormai meno di una settimana al Natale, un periodo di festa, di buoni propositi, di regali, di cene e pranzi con parenti e amici, ma purtroppo anche un periodo caratterizzato da un aumento delle tonnellate di rifiuti prodotti. Basti pensare a quanta carta da regalo e a quanto cibo non consumato vengono prodotti nel periodo natalizio.

Ma è davvero il caso di preoccuparsi? Noi pensiamo proprio di sì, poiché è stato calcolato che ogni famiglia, in Italia, produce 1,2 tonnellate di rifiuti ogni anno. Questo equivale più o meno a trenta milioni di tonnellate di rifiuti in totale. I dati, quindi, sono impressionanti!

Nonostante questo, molto si può fare. Infatti il 60% dei nostri rifiuti domestici può essere riciclato o compostato invece di essere depositato in discarica. Dobbiamo semplicemente trovare il modo di riciclare di più ma anche di ridurre e riutilizzare i nostri rifiuti. Insomma a Natale più che mai teniamo in considerazione le famose tre R. E se non l’avete mai fatto questo è il momento per cominciare.

State forse pensando che diciamo sempre le stesse cose? Be’…come dice il saggio: “Repetita iuvant” e dato che bastano veramente pochi e banali accorgimenti per tagliare gli sprechi natalizi, perché non fare un grande regalo all’ambiente?

Ecco come, cosa e dove riciclare a Natale:

1) Cibo e bevande:

  • quando andate al supermercato a comprare tutto il necessario per la cena della Vigilia o per il pranzo del 25, abbiate l’accortezza di non comprare la merce con inutili imballaggi che una volta a casa butterete immediatamente nella spazzatura.
  • Scegliete sempre cibi e bevande contenuti in materiali facilmente riciclabili: vetro o plastica, ma assicuratevi anche di avere la possibilità di riciclare questi materiali. Infatti se vivete lontano dai cassonetti per il riciclo sarà molto più facile buttare gli imballaggi nella spazzatura comune.
  • Se avete la possibilità di farlo, ordinate le bottiglie di vetro a rendere dal lattaio: non stupitevi, non sono cose dei tempi passati!
  • Se dovete acquistare bevande come limonata, aranciata, coca cola o birra, comprate le confezioni grandi al posto di quelle piccole: oltre a risparmiare, contribuirete a produrre meno rifiuti.
  • Dite un no categorico e definitivo ai sacchetti di plastica che, per fortuna, hanno i giorni contati! Andare a fare la spesa utilizzando sempre la solita borsa della spesa vuol dire sprecare migliaia di sacchetti in meno.
  • Per pranzi e cenoni, evitate di utilizzare piatti, bicchieri e tovaglioli di plastica e carta. O se proprio non potete farne a meno, scegliete stoviglie usa e getta in bioplastica biodegradabili

2) Ed eccoci al momento più amato/odiato da tutti: lo shopping alla ricerca del dono giusto! Un appuntamento delizioso e inevitabile che spesso però è causa di stress per molti. Provate a seguire i nostri consigli:

acquistate cose che possano durare nel tempo. Sembra stupido ma un regalo destinato a rompersi con facilità non è altro che un rifiuto che necessita di smaltimento. Allora scegliete i vostri presenti con accuratezza e non tanto per fare!

Se dovete regalare una macchina per il caffè o una radiolina, cercate di non comprare merce monouso, ovvero la macchina del caffè sceglietela con il filtro lavabile e non con le cialde oppure accertatevi che la radiolina possa funzionare con pile ricaricabili.

Se ne avete l’opportunità acquistate prodotti realizzati con materiali di riciclo. Ormai su internet sono tanti i siti di e-commerce che commercializzano questo tipo di prodotti recapitandoli direttamente a casa vostra.

Se non avete molte idee o non siete sicuri di cosa regalare, perché non offrite denaro o buoni regalo per il cinema, il teatro, la spa o il parrucchiere? O ancora perché non prendere in considerazione l’idea di regalare un anno di abbonamento ad una rivista o un quotidiano o l’iscrizione a organizzazioni che si occupano di adozione di specie animali in pericolo di estinzione?

3) Confezionamento regali e decorazioni:

  • scegliete sempre addobbi e decorazioni che possano essere riutilizzati anno dopo anno, evitando quelli fragili e monouso. Un’idea divertente può essere quella di creare da soli le decorazioni da mettere sull’albero o nel presepe. Sbizzarritevi e date sfogo alla fantasia: con pigne, foglie e fiori secchi, noci e rametti potrete abbellire la vostra casa dandole un tocco personale.
  • per essere ecologicamente corretti poi evitate di utilizzare la super dannosa neve spray e non andate per boschi a raccogliere il muschio che potete tranquillamente sostituire con il muschio coltivato.
  • per incartare i doni, non è obbligatorio comprare carta da regalo di prima scelta, costosa, ma pur sempre destinata a finire nel sacco dell’immondizia. Potete utilizzare carta insolita e inusuale come la carta di giornale o la carta per pacchi magari abbellita con un fiocco o dello spago colorato. .

Riciclare i biglietti di auguri e gli alberi:

nell’era di internet, invece di spedire ad amici e parenti biglietti augurali contribuendo così allo spreco inutile di carta, è molto più facile, economico ed ecologico spedire gli auguri per posta elettronica.

E infine…a Natale spesso riceviamo in dono oggetti che proprio ci fanno storcere il naso. Non buttiamoli direttamente nella spazzatura ma ricicliamo il regalo! Quello che può essere inutile per noi può rivelarsi invece adatto ad altri!

Merry Green Christmas!!!

Chiara Fornaro

Leggi tutti i nostri articoli sul Natale 2010

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram