lauren-wasser-modella

Nel 2012 aveva subito l’amputazione della gamba della destra a causa di uno shock tossico dopo l’utilizzo di assorbenti interni, adesso la modella Lauren Wasser potrebbe perdere anche la sinistra. Ecco come sono andate le cose.

Lauren Wasser è una giovane modella di Los Angeles che a soli 24 anni ha visto la sua vita cambiare in un attimo, rischiando addirittura di morire per colpa di uno shock tossico dovuto ad un assorbente interno. Adesso, a distanza di cinque anni, Lauren rischia di vedersi amputare anche l’altra gamba.

"Il mio piede sinistro è un'ulcera aperta, non ha dita né tallone e mi causa un dolore continuo. Tra pochi mesi avrò inevitabilmente anche l'altra gamba amputata e non c'è niente che io possa fare. Quello che posso fare è accertarmi che una cosa del genere non accada ad altre persone", racconta la modella.

Come sono andate le cose? Tutto ha avuto inizio quando Lauren decide di utilizzare degli assorbenti della Kotex Natural Balance, il marchio a cui poi ha fatto causa. Nonostante il corretto utilizzo (quello indicato nella confezione) la modella inizia a star male, dopo essere crollata per parecchie ore sul letto, viene ricoverata d’urgenza a causa dei forti dolori e i medici riscontrano la sindrome da shock tossico rimuovendo il tampone.

 

It's almost November and this LA weather has me like ☀️👙🤗😎

Un post condiviso da Lauren Wasser (@theimpossiblemuse) in data:

 

Mayweather or MacGregor ?!

Un post condiviso da Lauren Wasser (@theimpossiblemuse) in data:

La diagnosi è TSS ovvero una complicazione di infezioni batteriche provate in questo caso dallo Staphylococcus aureus, ma dopo il coma farmacologico, per l'infezione è già troppo tardi: la cancrena implica l’amputazione di una gamba e lasciare l’altra senza le dita dei piedi.

La sindrome da shock tossico colpisce una persona su 100mila ed è per questo che nei tamponi interni non viene spesso citata nelle controindicazioni, essa però può essere collegata con l’uso di assorbenti interni perché la carbossimetilcellulosa utilizzata in essi, crea un ambiente adatto alla proliferazione di questi batteri.

Nonostante la brutta vicenda, Lauren non ha rinunciato alla sua carriera da modella, reagendo e trovando tanta forza in se stessa. Certo il percorso è stato lungo e faticoso, perché subito dopo l’amputazione non sono mancati i momenti di sconforto e quelli in cui voleva mollare tutto e smettere di vivere.

Leggi anche: MADELINA, LA PRIMA MODELLA E STILISTA CON SINDROME DOWN CHE SFIDA GLI STEREOTIPI DELLA MODA

Ma alla fine, qualcuno ha creduto in lei. Dal 2012, inoltre, fa parte della campagna Courageous Class di Kenneth Cole e si batte per contro le aziende di assorbenti affinché chiariscano gli effetti dei prodotti sulla salute delle donne.

Dominella Trunfio

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram