bambini_siriani

Da sette anni, il 24 marzo ricorre la giornata internazionale per il diritto alla verità sulle gravi violazioni dei diritti umani e per la dignità delle vittime. Un modo per onorare la memoria delle vittime e promuovere l’importanza della verità e della giustizia sociale.

La giornata nasce per ricordare l’assassinio dell’arcivescovo di San Salvador Oscar Arnulfo Romero, avvenuto proprio il 24 marzo del 1980. Un sacerdote che ha dedicato tutta la sua vita alla salvaguardia dei diritti umani.

“Il modo migliore per onorare l'eredità di monsignor Romero riguardante la lotta per i diritti umani e la dignità umana è di adottare misure concrete per soddisfare il diritto alla verità e degli altri diritti umani fondamentali del nostro tempo”, aveva dichiarato il segretario Generale Ban Ki-moon nel proclamare la giornata internazionale.

Monsignor Romero è così diventato l’icona per i diritti umani e la giustizia sociale, lui che ucciso da un cecchino di estrema destra, si era sempre fatto portavoce dei poveri e delle vittime della repressione, impegnandosi contro la dittatura.

Nel mondo però le ingiustizie continuano ad esserci, soprattutto ai danni dei bambini e molto spesso, non ci sono colpevoli. Nella giornata internazionale per il diritto alla verità sulle gravi violazioni dei diritti umani e per la dignità delle vittime, vogliamo parlare ancora una volta, di alcune storie simbolo che vi abbiamo già raccontato per dare voce a tutte le vittime innocenti.

Le stragi silenziose di cui nessuno parla

Bacha Bazi

Vengono adescati per strada, rapiti o comprati dai ricchi signori che li costringono a ballare travestiti da donne e a soddisfare i loro bisogni sessuali. 

Letteralmente Bacha Bazi, significa appunto 'bambino per gioco' che tradotto vuol dire giocattoli nelle mani di persone senza scrupoli, che non hanno un’altra definizione se non quella di pedofili. Bambini e adolescenti che vengono rapiti per strada o negli orfanotrofi o ancora che sono venduti dalle loro stesse famiglia a causa della povertà dilagante.

LEGGI anche: BACHA BAZI: IL DRAMMA DEI BAMBINI AFGHANI RAPITI, ABUSATI E COSTRETTI A VESTIRSI DA DONNA

bacha bazi copia

Pedopornografia

Un mercato in crescita, milioni di immagini che violano la dignità dei bambini.Tonnellate di gigabyte dove ci sono le urla e il dolore delle vittime innocenti della pedofilia e della pedopornografia.

Le vittime tra 0 e 3 anni sono in vertiginoso aumento e le violenze sono complete e totali. Sono un’altissima percentuale i neonati: esiste un portale solo con neonati e che ha anche una chatroom con dialoghi in italiano.

LEGGI anche: ORCHI VIRTUALI, MA VIOLENZE REALI: IL MONDO DELLA PEDOPORNOGRAFIA È IN CRESCITA

pedofilia copia

Bambini siriani

Costretti a vivere tra le macerie, senza cibo e senza acqua per intere giornate, le loro sono storie di un'infanzia negata e di un futuro incerto. Perché tutti si commuovono davanti ai loro grandi occhi tristi, ma nessuno Stato, ad oggi, ha messo in campo strategie risolutive per arginare una situazione ormai alla deriva. Una strage che va avanti da sette lunghi anni.

LEGGI anche: LA STRAGE DEI BAMBINI SIRIANI DI CUI NESSUNO PARLA

bambinisiriani15 copia copia copia

Spose bambine

Non hanno nessun potere di scelta, sono isolate dalla società e private di un’infanzia normale. Spesso sono vittime di abusi e violenze, tagliate fuori dalla famiglia, dagli amici e dalla scuola.

Il dramma delle spose bambine è una piaga mondiale che tocca diversi paesi del mondo. In Turchia per esempio, tra il 2010 e il 2015, secondo il ministro della Famiglia di Ankara Sema Ramazanoglu sono state oltre 230 mila le unioni tra bambini e adulti.

LEGGI anche: IL DRAMMA DELLE SPOSE BAMBINE SENZA DIRITTI (FOTO E VIDEO)

sposa bambina


Bambini albini

Rapiti nelle loro case nel mezzo della notte per smembrare i loro arti e venderli agli stregoni come ingredienti da utilizzare per le pozioni. Continua la strage silenziosa degli albini africani. Dal 2014, ben 69 persone affette albinismo sono state attaccate in Malawi e almeno 18 di esse sono morte.

LEGGI anche: CACCIA AGLI ALBINI AFRICANI: FERMIAMO QUESTA STRAGE SILENZIOSA (PETIZIONE E VIDEO)

albinismo malawi 01

 Foto

Popoli indigeni

Milioni di indigeni ogni giorno sono costretti con la violenza a lasciare le proprie terre ancestrali. Le loro sono storie di diritti calpestati a favore degli interessi economici delle multinazionali. Più volte, vi abbiamo parlato delle battaglie portate avanti da queste popolazioni che cercano di tutelare la biodiversità e di difendere la loro cultura e le loro tradizioni.Sono tutte storie di inaudita violenza, dove i più deboli vengono sottomessi dalle dinamiche legate agli interessi economici.

LEGGI anche: INDIGENI: OMICIDI E SFRATTI CONTRO I POPOLI CHE DIFENDONO LE TERRE ANCESTRALI

brasile indigeni copia

Stiramento al seno

Lo stiramento del seno (breast ironing) è una pratica disumana che trova le sue origini in Camerun, ma che viene praticata anche in Nigeria, Chad, Benin, Sudafrica e perfino tra gli africani in Europa, soprattutto nel Regno Unito.
Secondo le mamme è un modo per proteggere le figlie da matrimoni precoci, stupri o gravidanze indesiderate, secondo l’Onu è uno dei crimini più diffusi contro le donne.

LEGGI anche: STIRAMENTO DEL SENO: L'ATROCE TORTURA SULLE BAMBINE AFRICANE

stiramento seno copia

Prostitute di Kandapara

Una fabbrica del sesso che "impiega" più di 700 donne, la più antica del paese. Da oltre 200 anni qui, si prostituiscono ragazze giovanissime che vengono sfruttate già al compimento del 12esimo anno d’età.

Guadagnano meno di 10 euro a cliente, ogni giorno i loro corpi sono sfiorati da 15/20 uomini. A 17 anni hanno già il viso segnato e lo sguardo assente, fanno uso di steroidi (utilizzati normalmente per ingrassare le mucche) per sembrare più sane e vivono in condizioni di estrema povertà.

LEGGI anche: KANDAPARA: IL BORDELLO BENGALESE DELLE PROSTITUTE BAMBINE (FOTO)

prostitute kandapara1 copia

 Dominella Trunfio

geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram