tzvetan todorov

Addio a Tzvetan Todorov, uno dei più grandi filosofi contemporanei, morto ieri, 7 febbraio 2017, a Parigi, a 77 anni dopo una lunga malattia.

Era nato in Bulgaria nel 1939, si era formato in Francia dove ha diretto il Centro di ricerca sulle arti e il linguaggio di Parigi.

A lungo si è occupato di letteratura e di filosofia del linguaggio. Ha poi studiato il ruolo del singolo e della sua responsabilità nella storia. Dal punto di vista degli interessi storici si è focalizzato su temi cruciali come la scoperta dell’America e sui campi di concentramento stalinisti e nazisti.

Ha riflettuto molto sull’importanza per l’uomo di confrontarsi con l’altro e con il diverso in modo pacifico per poter trasformare la storia e sull’importanza di imparare dalle pagine del passato per non ripetere gli stessi errori in futuro.

Ecco alcune delle frasi più famose di Todorov che ci regalano delle importanti lezioni di vita di cui fare tesoro.

todorov

1) Rispetto per gli altri popoli

“Le epoche più gloriose nella storia di ogni cultura sono quelle di apertura verso gli altri popoli”.

2) Imparare dal passato

“Il passato è fruttuoso non quando serve a nutrire il risentimento o il trionfalismo ma quando il suo gusto amaro ci porta a trasformarci”.

“Le pagine meno gloriose del nostro passato sarebbero le più istruttive se solo accettassimo di leggerle per intero”.

3) Progresso tecnologico e superiorità morale

“Il progresso tecnologico non comporta una superiorità sul piano dei valori morali e sociali (né una condizione di inferiorità)”.

4) Sulla tolleranza

“La tolleranza è una virtù, a condizione che sia chiaro in partenza lo zoccolo duro di ciò che è considerato come intollerabile”.

5) Amore per la letteratura

“Quando mi chiedono perché amo la letteratura, mi viene spontaneo rispondere: perché mi aiuta a vivere”.

6) Civiltà e atteggiamento morale

“La civiltà coincide con un atteggiamento morale che non è mai acquisito in modo definitivo, né da parte di un individuo, né da parte di un popolo”.

7) Identità nazionali e etniche

“L'Europa resta forse la parte del pianeta con la più forte concentrazione di diverse identità nazionali ed etniche. Si può pensare che storicamente questa è già stata una delle fonti del dinamismo europeo”.

8) Muri da abbattere

“Forse ricorderà quanto diceva Orwell: anche il più bel muro del mondo deve essere abbattuto, se quel muro circonda un campo di concentramento. Che lo si voglia o no, al di là della bellezza e del bene, esistono altre forze, che non possiamo ignorare”

Leggi anche: LA FATTORIA DEGLI ANIMALI: 10 INSEGNAMENTI DAL LIBRO DI ORWELL

9) L’effetto della paura

“È sotto l'effetto della paura che si compiono i gesti più inammissibili”.

Leggi anche: È IL MOMENTO DI VIVERE SENZA PAURA

10) Il nemico interiore

“Il nemico è anche interiore, i nostri demoni ci spingono ad assomigliare all’avversario per combatterlo meglio. Ma terrorizzare i terroristi significa diventare come loro”.

Marta Albè 

Photo Credits

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram