Rimossi gli spuntoni per i senzatetto a Londra grazie alle proteste

spuntonicover

Metti un barbone e una città indifferente. Metti che il senza fissa dimora debba barcamenarsi per trovare un angolo di strada, sporco ma almeno al riparo da vento e pioggia. Metti che quel barbone non sia considerato, nemmeno visto né tanto meno ascoltato, e si ritrova dall'oggi al domani quell'angolino che aveva scelto pieno di spuntoni.

Spuntoni, proprio così. E accade a Londra, mica in una città di due abitanti e dieci pecore. Cioè, più metropoli cosmopolite sono, più adottano politiche di "convivenza" con i più sfortunati discutibili.

Nel quartiere di Southwark Bridge Road, a sud della Capitale, sono state installate degli "spikes", ossia delle autentiche punte di metallo anti-clochard all'esterno di un elegante edificio per evitare che i senzatetto prendessero rifugio lì. Una scelta che, a ragione, ha causato enorme indignazione sui social media come Twitter e Facebook.

spuntoni2

Collocate in una sorta di nicchia e a terra accanto alla porta di ingresso, le punte sarebbero state installate il mese scorso e sono simili a quelle che in genere si utilizzano per tenere lontano i piccioni. L'edificio in questione si trova di fronte un ostello per senzatetto con problemi mentali.

Più di 120mila persone hanno firmato una petizione per la rimozione degli spuntoni e lo stesso sindaco di Londra, Boris Johnson, ha definito il gesto "brutto, autolesionista e stupido".

Ora, la BBC annuncia che queste punte di metallo sono state definitivamente tolte, a Southwark Bridge come in altre zone della città. La catena di supermercati Tesco, per esempio, ha comunicato la rimozione degli spuntoni dalle sue filiali.

spuntoni3

Insomma, pare che la solidarietà e il rispetto nei confronti degli homeless a Londra abbiano avuto la meglio. Ma non stupitevi, ahimè, se in altre parti, ed è il caso di Vicenza, qualcuno si azzardi a proporre la stessa misura anti-barbone, ossia contro chi "non accetta regole e rifiuta di rivolgersi alla Caritas per avere aiuto". Le parole dell'assessore alla sicurezza Rotondi alla metà del 2014 suonano un po' come un'offesa alla dignità umana e fanno intendere che le punte di metallo (dalla punta arrotondata, si precisa!) vengano ancora pensate da alcuni come metodo infallibile per risolvere certi problemi.

Posto che il barbone non è il sacchetto della spazzatura che potresti ritrovarti fuori casa, alla luce di quanto accaduto a Londra e delle proteste che ne sono seguite, a Vicenza sono ancora convinti di voler seguire questa strada?

Germana Carillo

LEGGI anche:

- Wheelly, la casa portatile ecologica per i senzatetto

- I senzatetto reclutati per pulire i rifiuti radioattivi di Fukushima (VIDEO)

mediterranea pelle

Mediterranea

Dimmi quanti anni hai e ti dirò di cosa ha bisogno la tua pelle

whatsapp

Ecogreen

La prima sneaker certificata Ecolabel!

whatsapp gratis
corsi pagamento