@Sergiomonti/123rf

Insolazione e colpo di calore sono la stessa cosa? Differenze, come intervenire e cose da NON fare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Che differenza c’è tra colpo di calore e insolazione? Quali sono i sintomi, come prevenirli e quando consultare il medico

Il colpo di calore e l’insolazione sono malattie causate dall’esposizione a temperature estreme. Se non trattata, l’insolazione può evolvere in un colpo di calore, che può essere pericoloso per la vita.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), le temperature superiori alla media o il clima insolitamente umido uccidono ogni anno più di 600 persone negli Stati Uniti.

Con l’aumento delle temperature, è importante sapere come evitare le malattie legate al calore. Vediamo tutti i sintomi e i trattamenti del colpo di calore e dell’insolazione.

Colpo di calore

@Antonio Guillem/123rf

Colpo di calore e insolazione: cosa sono e differenze

Queste condizioni derivano entrambe dalla sovraesposizione a condizioni climatiche estremamente calde. Tuttavia, solo il colpo di calore può causare danni gravi all’organismo. (Leggi anche: Caldo record: in caso di colpo di calore, non somministrare paracetamolo o acido acetilsalicilico)

Colpo di calore

Il colpo di calore, chiamato anche colpo di sole, è la malattia più grave legata alla sovraesposizione al sole. Si verifica quando la temperatura corporea è di 40° o superiore.

Se non trattato immediatamente, il colpo di calore può danneggiare più organi e non solo, tra cui:

  • cervello e sistema nervoso
  • sistema circolatorio
  • polmoni
  • fegato
  • reni
  • tratto digestivo
  • muscoli

Insolazione

L’insolazione è meno grave del colpo di calore. Chiunque sospetti di avere un’insolazione dovrebbe immediatamente riposare e reidratarsi. Se i sintomi non migliorano, è necessario consultare un medico per prevenire il colpo di calore.  (Leggi anche: Scottature solari: ecco i rimedi naturali che funzionano davvero)

Esistono due tipi di colpo di calore: da sforzo e non da sforzo

Il colpo di calore non da sforzo si verifica in coloro che non riescono ad adattarsi bene a temperature sempre più calde. Gli anziani, le persone con malattie croniche e i bambini sono spesso colpiti.

Una persona in genere sperimenta questo tipo di colpo di calore quando è in casa senza aria condizionata, e potrebbe non essere impegnata in alcuna attività fisica. Possono essere necessari diversi giorni di temperature elevate prima che si verifichi un colpo di calore senza sforzo, ed è comune durante le ondate di caldo estreme.

Il colpo di calore da sforzo si verifica, invece, nelle persone il cui corpo non riesce più ad adattarsi all’aumento delle temperature durante l’esercizio fisico o il lavoro. Questa condizione può svilupparsi entro poche ore, e di solito colpisce le persone che trascorrono del tempo all’aperto.

Trascorrere del tempo in auto chiusi, mette i bambini piccoli e gli animali domestici ad alto rischio di colpi di calore.  Il CDC stima che quando la temperatura all’aperto è di 27°, la temperatura all’interno di un’auto chiusa sale a 42° entro 20 minuti. Più fa caldo all’esterno, più velocemente la temperatura sale all’interno di un veicolo. (Leggi anche: 10 regole d’oro per combattere l’afa e i colpi di calore)

Insolazione rimedi

@Ivan Kruk/123rf

Sintomi del colpo di calore 

I sintomi dell’insolazione e del colpo di calore possono svilupparsi rapidamente o nell’arco di diversi giorni. Possono causare un disagio significativo, e spesso si verificano prima con dei crampi muscolari.

L’insolazione può portare a:

  • crampi muscolari
  • un battito cardiaco rapido e debole
  • un senso generale di debolezza
  • nausea o vomito
  • sudorazione eccessiva
  • pelle fredda e umida
  • vertigini e talvolta svenimento
  • urina di colore scuro
  • mal di testa

Sintomi dell’insolazione

Il colpo di calore può iniziare con gli stessi sintomi dell’insolazione. Può essere pericoloso per la vita, e i sintomi possono peggiorare rapidamente, tra questi segnaliamo:

  • una temperatura di 40° o superiore
  • pelle calda e secca
  • un battito cardiaco molto accelerato
  • confusione
  • agitazione
  • biascicamento
  • convulsioni
  • perdita di conoscenza
  • coma
Insolazione sintomi

@Maru123rf/123rf

Trattamento

Chiunque sospetti di avere un’insolazione dovrebbe immediatamente prendere provvedimenti, come:

  • trasferirsi in un luogo ombreggiato
  • rimuovere uno o più capi di abbigliamento
  • allontanarsi dal sole
  • accendere un ventilatore o l’aria condizionata
  • far scorrere acqua fresca sulla pelle o applicare sul corpo asciugamani freschi e bagnati
  • bere liquidi come acqua e bevande sportive

Se una persona vomita o ha la nausea, è necessario il consulto di un medico.

(Leggi anche: Afa: le 10 migliori bevande per attenuare la sete e reidratare il corpo)

Quando rivolgersi a un dottore

Chiunque soffra di sintomi di colpo di calore dovrebbe consultare un medico.  Se i sintomi peggiorano o non migliorano entro 1 ora, cercare assistenza medica immediata. Un medico sarà probabilmente in grado di diagnosticare una malattia correlata al calore in base ai sintomi. Possono anche eseguire test per verificare potenziali complicazioni.

Ad esempio, un medico può capire se vi sono:

  • danni muscolari
  • disidratazione, spesso con un campione di urina o un esame del sangue
  • danni cardiaci e polmonari, possibilmente utilizzando l’imaging
  • problemi al sistema circolatorio
  • una mancanza di funzionalità renale o epatico

In caso di sintomi di colpo di calore il medico può:

  • applicare impacchi di ghiaccio su collo, ascelle e inguine
  • spruzzare nebbie fresche
  • sostenere eventuali sistemi di organi danneggiati
  • utilizzare una coperta di raffreddamento specializzata
  • somministrare fluidi per via endovenosa che favoriscono il raffreddamento e l’idratazione

Fattori di rischio

Alcuni fattori possono rendere una persona più soggetta al colpo di calore e all’insolazione. Questi includono:

  • essere in sovrappeso o obesi
  • avere una disabilità significativa
  • avere una scottatura
  • avere meno di 13 anni o più di 65
  • usare alcuni farmaci per problemi cardiaci o ipertensione, in particolare i diuretici
  • vivere improvvisi sbalzi di temperatura, ad esempio viaggiando da un clima freddo a uno caldo
  • passare del tempo all’aperto con un caldo estremo o al chiuso senza un modo per rinfrescarsi

Prevenzione

Quando le temperature aumentano, è importante sapere come prevenire le malattie legate al caldo. L’obiettivo è mantenere il corpo fresco.

Ecco alcuni consigli utili:

  • stare in casa durante la ore più calde della giornata
  • cercare di stare all’ombra quando si è all’aperto
  • bere 2-4 bicchieri d’acqua in più ogni ora mentre si è esposti a temperature elevate
  • fare pause frequenti quando si lavora o si fa esercizio all’aperto nelle giornate calde
  • indossare abiti larghi e di colore chiaro
  • usare acqua più fresca per docce e bagni
  • indossare un cappello a tesa larga per proteggere il viso dal sole
  • evitare bevande che disidratano, comprese quelle con caffeina o alcol
  • indossare tessuti traspiranti come il cotone, piuttosto che sintetici
  • trascorrere parte della giornata in un luogo con aria condizionata, come un centro commerciale, una biblioteca o un cinema

Nessuno dovrebbe rimanere da solo in un’auto parcheggiata quando fa molto caldo; ciò potrebbe essere particolarmente pericoloso per i bambini e le persone di età pari o superiore a 65 anni.

Con un trattamento appropriato e tempestivo, una persona può riprendersi completamente dalle malattie legate al calore. Riconoscere i sintomi dell’insolazione e prendere provvedimenti per raffreddare il corpo, può impedire che la condizione si trasformi in un colpo di calore.

Se non trattato, infatti, il colpo di calore può causare gravi complicazioni e portare alla morte. Anche nei giorni più caldi, queste malattie possono essere generalmente prevenute prendendo le dovute precauzioni.

Ti potrebbe interessare:

 

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook