Scoperta in Turchia antichissima maschera in terracotta di Dioniso, il dio del vino

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Venuta alla luce una maschera di terracotta quasi perfettamente conservata raffigurante Dioniso, il dio del vino, risalente probabilmente alla fine del IV secolo a.C. Siamo in Turchia e la maschera potrebbe essere stata utilizzata nei rituali associati proprio alla vinificazione.

Secondo quando riferisce l’Agenzia statale Anadolu, il team guidato da Kaan Iren, un archeologo dell’Università Mugla Sitki Kocman, sostiene che la maschera emersa durante gli scavi nell’antica città dell’acropoli di Daskyleion, scoperta a sua volta nel 1952, risalga a 2.400 anni.

Si tratta probabilmente di una maschera votiva usata durante i rituali associati alla vendemmia e alla produzione del vino. Leggenda popolare suggerisce che indossare una maschera di Dioniso (Bacco per i latini) liberasse i fedeli dai loro desideri e rimpianti nascosti e il perché è presto detto: Dioniso era il dio della vegetazione e della fertilità, dell’uva e del vino, ma anche dell’eccesso e dell’infrazione.

scavi turchia

©Agency Anadolu

Ciò rappresentava la rottura delle barriere tra dei e uomini. Ebbro com’era, favoriva la dissolutezza dei fedeli e li inselvatichiva.

Gli scavi a Daskyleion sono cominciati parecchi anni fa ma e questa è la prima volta che [abbiamo] portato alla luce una maschera quasi intatta“, conclude Iren.

Fonte: Anadolu Agency

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
eBay

Moda circolare: vendi le cose che non metti e adotta un comportamento sostenibile

eBay

Come scegliere il gazebo perfetto

NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook