@Animal Liberaction/LAV Roma

A Trastevere è comparsa la statua di un maiale trasformato in porchetta che sta facendo infuriare gli animalisti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A Trastevere è stata installata una statua di cattivo gusto che omaggia la porchetta, ma le associazioni animaliste non ci stanno e chiedono che venga rimossa immediatamente

Ieri nel rione Trastevere di Roma è comparsa una nuova statua, che in qualche ora è diventata oggetto di accese polemiche. Il motivo? L’opera d’arte in questione, dal titolo “Dal panino si va in piazza”, raffigura un maiale morto, ormai trasformato in porchetta. L’intenzione era quella di celebrare uno dei prodotti gastronomici più celebri del Lazio, ma a quanto pare il risultato è stato fallimentare.

La statua “della discordia”, posizionata in piazza San Giovanni della Malva, è stata realizzata dall’artista Amedeo Longo si inserisce all’interno del progetto universitario “Piazze romane”, portato avanti dalla Rufa (Rome University of Fine Arts) e nato in collaborazione con il I Municipio con lo scopo di valorizzare i luoghi iconici della capitale e la cultura italiana. Ma l’idea della statua raffigurante la porchetta non è andata affatto giù alle associazioni animaliste, che hanno subito criticato questa scelta di cattivo gusto, chiedendo che venga rimossa immediatamente. 

Nel giro di qualche ora i social sono stati inondati di critiche nei confronti della statua e di chi ha autorizzato questo scempio.

Abbiamo mandato una mail di dissenso al comune di Roma prendendo le distanze e criticando duramente la scelta di esporre quest’ “opera” che rappresenta null’altro che la tortura, la violenza e la sopraffazione dell’essere umano sugli animali. – scrive l’associazione Animaliberaction – L’arte non può e non deve mai offendere la sensibilità altrui e soprattutto non prendersi beffa delle vittime, chiunque esse siano.

Anche la Lega nazionale per la Difesa del Cane (sez. Ostia) è intervenuta, esprimendo il suo dissenso:

Una protesta per chiedere la rimozione della statua 

Tra le associazioni animaliste insorte a seguito dell’installazione dell’opera d’arte c’è la LAV (Lega Anti Vivisezione), che ha organizzato una manifestazione di protesta per chiedere a gran voce la rimozione della “statua della vergogna” che offende gli animali, i loro diritti e anche i romani. L’appuntamento è per oggi pomeriggio alle 18.00 in Piazza San Giovanni della Malva. 

Ma davvero Roma aveva bisogno di una statua del genere…?

Fonte: Lav/Animaliberaction/Facebook 

Leggi anche:

 
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook