In questa tomba egizia nessuno entra da oltre 4.400 anni: eccezionale ritrovamento, è intatta!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ha 4400 anni, ma non li dimostra. È una “nuova” tomba scoperta da un team di archeologi egizi che scavano nel sito di Saqqara, dove hanno rinvenuto geroglifici, pitture e sculture risalenti alla quinta dinastia dell’Antico Regno. E il tutto in ottimo stato di conservazione. Lo ha annunciato il ministro del Supremo Consiglio delle Antichità Khaled el-Enany nel corso di una conferenza stampa.

Il ritrovamento è letteralmente incredibile, perché antichissimo, inatteso e decisamente poco rovinato nonostante la veneranda età. Infatti il ministro ha sottolineato come i disegni sulle pareti della tomba fossero eccezionalmente ben conservati.

Dalle prime notizie in merito, si apprende che il sito contiene anche un totale di 45 statue scolpite nella roccia e che tutto fa pensare ad un alto funzionario e la sua famiglia. Il ministro, in particolare, ha spiegato che la tomba sarebbe del sacerdote Wahtye, risalente ad un periodo tra il 2500 e il 2300 a.C, quindi circa 4400 anni fa, secolo più, secolo meno.

tomba egizia 4400anni 1

La maggior parte delle costruzioni mostrano esseri umani o divinità, alcune a grandezza naturale e altre che sembrano pari a 1 metro circa. I geroglifici, invece, menzionano spesso la madre di Wahtye “Merit Meen”, un nome che significa “l’amante del dio Min”, il dio della fertilità nei tempi antichi, ma anche la moglie del sacerdote, “Nin Winit Ptah”, un nome che significa “il grandissimo dio Ptah”, una divinità associata a Memphis, antica capitale egiziana vicino la stessa Saqqara.

L’Egitto, si sa, non è nuovo a queste scoperte. Solo a fine novembre fu oggetto del ritrovamento di 8 mummie bellissime, tre delle quali in ottimo stato, ma anche, poco prima, di gatti e scarabei, insieme a sculture lignee di diversi animali.

Un vero e proprio tesoro, probabilmente ancora da scoprire del tutto.

Leggi anche:

Roberta De Carolis

Foto credits: AP Photo/Amr Nabil

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook